Malagò difende la Kostner: "Anch'io avrei detto che Schwazer non c'era"

Il presidente del Coni: "Non sono d'accordo con la richiesta di squalifica, era convinta che non c'erano problemi"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Malagò, Foto IPP

"Cosa avrei detto io agli ispettori che cercavano il mio fidanzato? Avrei detto 'no,non c'è', se fossi stato convinto che non sarebbe stato un problema. Che poi è quello che ha pensato lei". Così il presidente Coni, Giovanni Malagò, ha commentato gli ultimi risvolti dello scandalo doping che ha travolto Alex Schwazer e Carolina Kostner. Proprio la procura antidoping del Coni ha chiesto una squalifica di 4 anni e 3 mesi per la pattinatrice.

Malagò, dunque, sta con Carolina. E non usa giri di parole per chiarire la sua posizione sull'ex fidanzata di Schwazer, accusata di essere "complice" nel caso di positività del marciatore. "La Kostner? Mi sento di dire che sono in grandissimo imbarazzo - ha spiegato -. Devo accettare le norme di giustizia scritte da un organismo internazionale che prevede questo tipo sanzione per chi non denuncia. Io non sono affatto d'accordo, le sono molto vicino".

TAGS:
Doping
Malagò
Kostner
Schwazer

I VOSTRI COMMENTI

parsif6612 - 18/12/14

Bravo Presidente. Pienamente d'accordo

segnala un abuso

fabrykiro - 17/12/14

è assurda la sanzione per chi non denuncia ... è fuori da ogni logico ragionamento...è violazione della privacy oltre che ti obbliga a trasformarti in investigatore privato...quello che deve fare la procura lo delegano agli atleti

segnala un abuso

dust56 - 17/12/14

Finalmente uno he ragiona come un essere umano. Certo è facile denunciare un concorrente o una persona che conosci appena; ma una persona che ami? Un vecchio detto indiano dice: non giudicare una persona se non hai trascorso almeno tre lune nei suoi mocassini. A volte sarebbe meglio seguire quello che dicono i saggi.

segnala un abuso