Doping, Schwazer pensa al patteggiamento

L'olimpionico di Pechino vuole chiudere la sua vicenda giudiziaria per non perdere i Giochi di Rio 2016

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Schwazer - IPP

Alex Schwazer potrebbe patteggiare ancora entro dicembre per chiudere definitivamente la sua vicenda giudiziaria, che lo vede indagato per doping. Da quanto trapela dalla Procura di Bolzano, che coordina l'inchiesta per frode sportiva, l'entità della pena potrebbe essere tra un anno e mezzo e due anni. Schwazer, a questo punto, potrebbe tornare a gareggiare nel 2016 (è squalificato fino al 30 gennaio 2016): in tempo per i Giochi di Rio.

Schwazer e il suo legale Gerhard Brandstaetter, infatti, hanno abbandonato l'ipotesi di una richiesta per l'affidamento in prova, che avrebbe comportato la cancellazione del reato, ma in tempi più lunghi. Per questo motivo il campione olimpico di Pechino 2008 ha optato per il patteggiamento che gli consentirebbe di tornare prima alle gare, soprattutto in tempo per Rio 2016. Schwazer, nell'estate 2012, alla vigilia delle Olimpiadi di Londra 2012, venne trovato positivo all'eritropoietina ricombinante in un controllo antidoping a sorpresa effettuato dall'Agenzia mondiale antidoping. In seguito venne squalificato dal Tribunale antidoping del Coni per 42 mesi, ovvero fino al 30 gennaio 2016.

TAGS:
Altrisport
Atletica
Schwazer

I VOSTRI COMMENTI

aldoz8 - 11/12/14

Che tristezza.

segnala un abuso

catman - 11/12/14

RITIRATI!!!!! Fai più bella figura......

segnala un abuso