Atletica, Mondiali Mosca: Bolt d'oro nei 100 metri

Il giamaicano vince in 9"77 davanti a Gatlin e Nesta Carter

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Bolt, Reuters

Non ha vinto facile per via di una partenza al solito non eccezionale e per la pioggia fastidiosa che cade su Mosca. Usain Bolt, però, questa volta non ha fallito l'appuntamento con i Mondiali e, dopo la delusione del 2011 - quando fu squalificato per falsa partenza - si è ripreso l'oro dei 100 metri. Il giamaicano ha chiuso con un comunque impressionante 9"77 precedendo sul traguardo Justin Gatlin (9"85) e il connazionale Nesta Carter (9"95).

Quarto e quinto altri due giamaicani, Kemar Bailey-Cole e Nickel Ashmeade.

Ha sorriso solamente dopo aver tagliato il traguardo e questo, forse, è sintomatico di quanto aspettasse e temesse questa gara. Non poteva perdere, perché uno come lui, con le sue gambe e la sua corsa, non può perdere quasi mai. Ma due anni fa era andato tutti in malora e sbagliare, nei 100 metri, non è mai impossibile. Usain Bolt si è ripreso la sua medaglia, quella cui tiene di più, correndo da umano e senza esagerare. Partenza così così e solita rincorsa con il traguardo tagliato con un vantaggio su Gatlin che non era l'abisso di sempre. Insomma, ha vinto e non stravinto, nonostante un 9"77 che resta un tempone.

"E' stato importante rimanere tranquillo ed essere riuscito a fare ciò che volevo", ha detto Bolt. "Dipende tutto dalle vibrazioni, da ciò che sento - ha continuato -. Io voglio andare in pista e divertirmi. Saluto tutti gli italiani. Mi piace sempre molto venire a Roma per il Golden Gala, so di avere molti fan dalle vostre parti. Ci vediamo l'anno prossimo".

TAGS:
Bolt
Mondiali atletica
Mosca

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento