Boxe, i demoni di Fury: "Ero depresso: cocaina e alcol tutti i giorni"

Il campione dei massimi si confessa: "Forse ho un disturbo bipolare"

Boxe, i demoni di Fury: "Ero depresso: cocaina e alcol tutti i giorni"

Il campione del mondo dei pesi massimi Tyson Fury ha bevuto e utilizzato cocaina per combattere la depressione. Lo ha confessato lo stesso pugile britannico in un'intervista alla rivista 'Rolling Stone'. "Uscivo fuori a bere, da lunedi al venerdì alla domenica, e prendevo cocaina. Non potevo far altro per la mia depressione, l'unica cosa che poteva distrarre la mia mente era ubriacarmi", ha detto.

"Ho assunto un sacco di cocaina. Perché non dovrei prendere la cocaina? È la mia vita, non è vero? Posso fare quello che voglio... Non è la droga che ti fa migliorare le prestazioni". "Non ho mai preso altri farmaci. Ho solo iniziato a prendere la cocaina negli ultimi mesi", ha aggiunto il campione Wba e Wbo, assicurando di aver smesso di utilizzare droga il 1° ottobre.

Espn ha riferito la scorsa settimana che Fury, 28 anni, era risultato positivo alla cocaina, citando una lettera inviata dalla Voluntary Anti-Doping Association. All'inizio di quest'anno, il pugile è stato accusato di reati di doping dall'agenzia antidoping del Regno Unito dopo che un campione di urina datato febbraio 2015 - nove mesi prima del suo successo su Wladimir Klitschko che gli è valso la conquista dei titoli mondiali Wba e Wbo - ha mostrato tracce di nandrolone, un stimolante vietato. Fury, che ha sempre professato la sua innocenza, ha citato in giudizio l'agenzia antidoping e i dirigenti della boxe britannici. Il pugile avrebbe dovuto difendere i suoi titoli contro l'ex campione ucraino Klitschko a luglio, ma si è tirato fuori a causa di un infortunio alla caviglia. Il match era stato riprogrammato per questo mese, ma è stato rinviato ancora una volta a causa di una condizione medica non specificata. "Dicono che ho un disturbo bipolare. Sono un maniaco depressivo", ha aggiunto Fury.

"SPERO MI UCCIDANO PRIMA CHE MI SUICIDI"

"Spero che qualcuno mi uccida prima che io mi suicidi". E' un'altra delle frasi dell'intervista choc che il campione ha rilasciato alla rivista 'Rolling Stone'. Lunedì scorso, con un tweet, Fury aveva annunciato il ritiro dall'attività agonistica, ma qualche ora dopo ci aveva ripensato. Ora lo zio e allenatore Peter Fury ritiene che non possa farcela a tornare sul ring prima del prossimo anno. "Io amavo la boxe quando ero bambino - dice invece il campione del mondo - ma ora la odio". Intanto la federazione pugilistica della Gran Bretagna dopo aver appreso di queste dichiarazioni ha fatto sapere che Fury potrebbe perdere la licenza in quanto ha ammesso di fare uso di cocaina, cosa proibita dai regolamenti dell'ente. Il segretario generale Robert Smith ha detto che "non possiamo ignorare una simile infrazione delle regole. La cocaina è una droga a tutti gli effetti, e il suo uso provoca delle conseguenze anche a livello sportivo".

TAGS:
Fury
Boxe
Pesi massimi
Depressione
Tyson Fury

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X