Dramma Dropped, Nizza piange Camille Muffat

La città del Carnevale abbandona gli eccessi per salutare, composta, la sua figlia migliore

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

ALESSANDRO FRANCHETTI

Afp

C'è un silenzio che fa impressione, accompagnato dalla processione composta di chi si ferma ai piedi del sorriso di Camille per depositare una candela o un fiore o solamente, e semplicemente, per pregare. Per chi conosce Nizza, la città del Carnevale e dei Casinò, dei ristoranti e dei turisti, è un silenzio innaturale. La moltitudine sempre inquieta della Promenade des Anglais, la fila che tutti i giorni si allunga dall'aeroporto al mercato dei fiori nella città vecchia, devia decisa verso sinistra, lasciandosi alle spalle l'enorme ruota panoramica, ultimo avamposto di una città ciarliera, per sfilare davanti al mega-schermo che tiene vivo lo sguardo giovane e luminoso della Muffat. La figlia di Nizza che Nizza ha celebrato all'indomani dell'oro di Londra e che ora, sul quotidiano della Costa Azzurra, è ricordata banalmente con nome ed età. "Camille, 25 ans", non servono altre parole. 

E' un giorno triste, maledetto. Ma è anche il giorno in cui cercare di capire cosa è successo, dove sono, se ci sono, le colpe di quell'incredibile incidente. Due elicotteri che si scontrano nel nulla non hanno quasi spiegazione. Errore umano, ecco cosa si dice. Erano bendati, hanno sentito solo i rumori, ecco cosa si sa. A occhi chiusi verso la morte mentre gli operatori, sui due elicotteri, filmavano i decolli. Un'operazione considerata rischiosa che, quindi, i produttori della trasmissione e il conduttore della stessa negano. Non è vero, dicono. Si volevano minimizzare i rischi. Però l'inchiesta va in questa direzione: un azzardo che l'errore di uno dei due piloti ha trasformato in tragedia.

E allora si capisce, sui quotidiani francesi, l'indignazione che accompagna il dolore. La rabbia unita alla sofferenza. Quello che non si riesce a capire, quello che sembra così innaturale, è il sorriso dei campioni accanto alle lacrime di chi li ricorda. Ma gli eroi non dovrebbero essere invincibili? Così tutto scivola via senza ragione, nella città del Re Matto, con il mondo lussuoso di Nizza che abbandona l'eccesso per misurare i sentimenti e contare, una a una, le lacrime.

TAGS:
Incidente
Dropped
Dramma
Muffat
Nizza
Alessandro franchetti

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X