Caso-Pantani: "La nuova inchiesta è aperta"

Lo annuncia il pm di Rimini, Giovagnoli, dopo l'esposto del legale De Rensis per conto della famiglia del Pirata, ad agosto

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Pantani, IPP

Novità sul caso-Pantani, riaperto ad agosto con l'esposto dell'avvocato De Rensis e l'ipotesi di omicidio, della quale si sta occupando la Procura di Rimini. Il pm Paolo Giovagnoli ha detto: "Sulla morte del Pirata c'è una nuova indagine a tutti gli effetti".
Ovvero: si è fatto un passo avanti e l'inchiesta formalmente aperta lo scorso luglio, ora è diventata un atto ufficiale. Ci sarà una nuova consulenza medico legale; e i soggetti che nella prima indagine dopo la morte dei Pantani (14 febbraio 2004) furono indagati e poi patteggiarono, possono essere sentiti ancora come persone informate.
Un'indagine nuova significa tutto, ed è quello che la famiglia Pantani invocava da dieci anni, sostenendo sempre che quella del Pirata era stata una morte violenta. Il caso adesso è ufficialmente riaperto.

La tesi alla base dell'indagine e del processo per la morte di Marco Pantani "ha portato immediatamente a una unilaterale attività investigativa, tralasciando logici approfondimenti e consueti rilevamenti". E' un estratto dell'esposto presentato nello scorso luglio dalla famiglia Pantani alla Procura di Rimini, che ha disposto una nuova inchiesta sulla scomparsa del ciclista. "Le indagini e conseguentemente il processo stesso avrebbero potuto e dovuto considerare discordanze, contrasti, incongruenze che meritavano non un maggior approfondimento, ma almeno un approfondimento, che avrebbe potuto portare ragionevolmente a individuare diverse ipotesi di reato".

TAGS:
Altri sport
Ciclismo
Pantani

I VOSTRI COMMENTI

fakhetti - 10/09/14

e bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

segnala un abuso

SaverioZ85 - 10/09/14

Ognuno può avere una propria teoria su tutta questa brutta vicenda, ma su una cosa non si possono avere dubbi: la prima indagine fu fatta in modo superficiale con l'unico scopo di chiudere il caso più velocemente possibile.

segnala un abuso

MrAlex77 - 10/09/14

Ma dopo 10 anni c'è ancora speranza di trovare l'eventuale colpevole?
Ma se fosse stato un pinco pallino qualunque ci sarebbe stata tutta questa attenzione da parte del magistrato nel riaprire le indagini?

segnala un abuso