Scherma, Mondiali Kazan 2014: delusione Montano

Aldo fuori ai quarti contro Kovalev, che poi batte Gu in finale e si laurea campione. Male tutta la sciabola

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Kovalev in pedana, foto Afp

La quarta giornata dei Mondiali di scherma, prima di assegnazione delle medaglie, è amara per i colori azzurri. A Kazan il giorno della sciabola fa infatti registrare l'uscita ai quarti di finale di Aldo Montano, che deve arrendersi 15-12 al russo Nikolay Kovalev, bravo poi a sconfiggere il rumeno Dolniceanu e il coreano Gu e a laurearsi campione del mondo. Deludono anche tutti gli altri sciabolatori azzurri, sia in campo maschile che femminile.

A Montano resta comunque la soddisfazione di aver lottato come un leone e di essere stato l'unico ad impensierire seriamente il campione del mondo Kovalev, 28enne già bronzo alle Olimpiadi di Londra e tre volte oro a squadre tra Parigi, Catania e Budapest. In campo maschile brutte prove di Enrico Berrè (fuori ai sedicesimi contro il tedesco Hartung) e Diego Occhiuzzi (stesso risultato, ma contro il russo Yakimenko); peggio ancora fa Luigi Samele, battuto ai trentaduesimi dal francese Anstett. Nessuna soddisfazione in campo femminile: le azzurre Irene Vecchi, Ilaria Bianco e Lucrezia Sinigaglia sono state tutte eliminate entro i sedicesimi; l'oro è andato all'ucraina Olga Kharlan, che ha bissato il titolo conquistato la scorsa estate a Budapest. 

TAGS:
Scherma
Mondiali
Montano
Kovalev

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento