Scherma, la Granbassi annuncia il ritiro

"Non ne posso più di infortuni, è il momento di dire basta alle gare"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Margherita Granbassi (IPP)

L'ultimo infortunio è stato quello che ha fatto decidere di mettere la parola fine a una carriera straordinaria: Margherita Granbassi, due bronzi olimpici, tre titoli mondiali e due europei, ha detto addio alla scherma. Lo ha annunciato la stessa atleta triestina, dopo che venerdì scorso a Torino il ginocchio ha fatto crack per l'ennesima volta. "Non ne posso più di infortuni, è il momento di dire basta alle gare", ha annunciato all'Ansa.

"Mi ricovero al Rizzoli di Bologna per la settima operazione al ginocchio - ha aggiunto la 34enne campionessa - . Non so che cosa farò nel futuro, prima devo rimettermi in salute. Sono molto dispiaciuta del ritiro, ma non ho rimpianti, ho fatto ciò che volevo, ho vinto tanto". E poi? "Non lo so. Mi aspettano lunghi mesi di recupero dopo l'operazione. Avrò tempo di pensarci. Il giornalismo mi piace, potrei occuparmi ancora di scherma. Ma niente è deciso, aspetto di tornare in forma, poi valuterò. Sono ancora scossa per quel che è successo venerdì, avevo davanti l'ungherese Katarin Varga, conducevo 19-12 , il dolore al ginocchio sinistro (rottura del tendine rotuleo, ndr), ho capito subito che era finita per sempre. Da allora sono sballottata tra visite e telefonate. Non ho avuto tempo di pensare a nulla".

LA FEDERSCHERMA: "HAI ONORATO L'ITALIA"

"Margherita Granbassi ha caratterizzato la storia recente della scherma italiana. A lei oggi va il sincero sentimento di gratitudine per quanto ha messo in pedana in questi anni di intensa attività". E' quanto afferma in una nota il presidente della Federscherma Giorgio Scarso, commentando la notizia del ritiro della Granbassi dalle gare. "Margherita - aggiunge Scarso - ha onorato l'Italia e rappresentato al meglio la scherma italiana. Ne ho apprezzato lo stile, il sorriso e l'eleganza, ma anche la grande umiltà con la quale, lo scorso anno, e' tornata in pedana ripartendo dalle gare regionali per conquistare il pass di qualificazione ai Campionati Italiani Assoluti svoltisi nella sua Trieste. Se avesse fatto richiesta di una wild card, il Consiglio non credo avrebbe avuto remore nel concederla. Ma lei ha voluto dimostrare a tutti che nello sport, come nella vita, per ritornare grandi bisogna partire dal basso evitando le scorciatoie. Adesso, conclusa la parentesi agonistica, mi auguro che Margherita Granbassi possa rimanere nella grande famiglia della scherma italiana, con altri ruoli, in altre vesti ed in altri ambiti".

TAGS:
Scherma
Granbassi

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento