Boxe: accoltella la socia in affari, arrestato Loris Stecca

L'ex campione del mondo dei supergallo, dopo una lite, avrebbe colpito una donna: alla base ci sarebbero motivi di lavoro

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Boxe: accoltella la socia in affari, arrestato Loris Stecca

L'ex pugile Loris Stecca è stato prima fermato e poi arrestato dalla polizia con l'accusa di tentato omicidio per aver accoltellato Roberta Cester, la socia della sua palestra di Rimini. L'aggressione è avvenuta venerdì pomeriggio a Viserba di Rimini. Stecca ha colpito la donna con un fendente all'addome al culmine di una lite scoppiata in relazione alla gestione dell'azienda. La donna è stata operata, ma non è in pericolo di vita.

I due avevano avuto uno scontro anche qualche ora prima e la donna, Roberta Cester, aveva chiamato i carabinieri accusando Stecca di averla spinta. Tutto sembrava tornato alla normalità, ma poi, intorno alle 16:30, il raptus di violenza. La socia dell'ex campione del mondo di pugilato nel 1984 era come tutti i pomeriggi dietro al bancone di ricevimento nella hall della palestra e Stecca è stato visto intorno seduto su uno dei divanetti dell'ingresso. L'ex pugile ha aggredito improvvisamente la donna, piantandole una lama di 20 centimetri nell'addome.

In quel momento in palestra c'erano circa una ventina di persone e le urla della 48enne hanno richiamato subito l'attenzione dei presenti. "Ho visto sia Roberta che Loris all'ingresso questo pomeriggio - racconta uno dei ragazzi che frequentano la palestra e che ha testimoniato in questura ciò che ha visto -. Poi ho sentito un urlo e nel parapiglia che ne è seguito ho visto Roberta tenersi una mano al fianco, dalla parte del fegato, uscire da dietro al bancone. Uno degli istruttori ha fermato Stecca. L'ha bloccato da dietro. Pare che volesse andare via, ma poi si è fermato e ha aspettato fuori".

Stando alle testimonianze dei presenti, la donna avrebbe estratto da sola il coltello dalla ferita, e poi è stata subito trasportata con un'ambulanza in ospedale, dove è stata sottoposta a un intervento chirurgico. Non è in pericolo di vita. Sul luogo dell'aggressione è subito intervenuta la polizia, che ha fermato Stecca e lo ha portato in questura. Il sostituto procuratore Gemma Gualdi ha aperto un fascicolo, con l'accusa di tentato omicidio. Secondo i racconti di chi conosceva bene i due soci, Stecca ha dato il proprio nome alla palestra e pretendeva di vedersi riconosciuti i diritti d'immagine.

Loris Stecca è stato campione mondiale nella categoria supergallo della Wba nel 1984. Cinque anni fa era tornato alla ribalta della cronaca per aver minacciato di gettarsi dal cornicione della galleria di Scacciano, sull'A14, fra Riccione e Cattolica per motivi economici. Il gesto, raccontò, serviva per denunciare quella che a suo dire è un'ingiustizia che sta subendo: il mancato risarcimento per l'incidente stradale che pose fine alla sua carriera.

TAGS:
Pugilato
Loris stecca

I VOSTRI COMMENTI

mateokovacic10 - 28/12/13

perché non mettete i comenti

segnala un abuso