Straneo, da Mosca a New York senza paura: "Sogno un'altra maratona da protagonista"

L'alessandrina, argento ai mondiali lo scorso agosto, non si nasconde: "So che c'è attesa su di me ma la cosa non mi spaventa"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

GIUSEPPE FERRARIO

Straneo, da Mosca a New York senza paura: "Sogno un'altra maratona da protagonista"

Dall'argento mondiale di Mosca alla sfida di New York. Altra maratona, altri 42 km e 195 metri che Valeria Straneo si prepara a vivere da protagonista, consapevole che su un percorso difficile come quello che si chiude in Central Park non potrà nascondersi. "Ma in realtà - ha raccontato l'alessandrina a Sportmediaset - io faccio da sempre la mia gara senza badare troppo alle avversarie. Certo, un po' più di pressione ora c'è, ma non mi spaventa".

Straneo, da Mosca a New York senza paura: "Sogno un'altra maratona da protagonista"

A Londra abbiamo palpitato per lei, sulle strade olimpiche lungo cui ha tenuto alti i colori azzurri. A Mosca ci ha fatto esultare, lottando come una leonessa fino a raggiungere un argento mondiale di immenso valore. Adesso, a New York, è pronta a regalarci altre emozioni. Comunque andrà, perché lei, Valeria Straneo, quando corre trasmette forza e passione. "E' il mio modo di correre e di intendere questa professione". Ed è ciò che fa la differenza, aggiungiamo noi. "So che sarà una gara difficile, il percorso è duro, non solo per l'arrivo in Central Park con dei saliscendi micidiali. Le avversarie sono fortissime, farei prima a dire chi non c'è rispetto a chi è qui a giocarsi la vittoria. Di certo la Kiplagat e la Jeptoo lotteranno come matte perché si giocano il jackpot da 500mila dollari, ma nonsono solo loro le favorite alla vittoria". 

Straneo, da Mosca a New York senza paura: "Sogno un'altra maratona da protagonista"

E lei, Valeria, che maratona ci regalerà? "Penso la solita gara di sempre, di cuore e di testa, facendo il mio ritmo, senza pensare alle avversarie. So che ci sono speranze su di me, che c'è molta attesa: forse un pizzico di pressione in più che però non mi spaventa. Sono in uno stato di forma buono, mi sono allenata bene, i riferimenti cronometrici mi confortano. Il resto arriverà. Tutto col piacere di correre in un'atmosfera unica e pazzesca". Questa è Valeria Straneo: un'italiana che correndo col sorriso sulle labbra mette paura alle gazzelle africane.

TAGS:
Straneo
Maratona
New York
Mosca
Mondiali

I VOSTRI COMMENTI

AleImpe - 02/11/13

La più importante è Londra...

segnala un abuso