C'è una Ferrari Mondiale

Per una Ferrari che fatica in F1, c'è una Ferrari che vince: è la 458 Italia guidata da Gianmaria Bruni e Toni Vilander che in Bharain hanno conquistato il Mondiale piloti della categoria Fia World Endurance Championship. Il tutto grazie al trionfo del duo italo-finlandese nella 6 Ore sul circuito di Sakhir che, con una gara d'anticipo, è valso anche il titolo per il team AF Corse di Amato Ferrari. Un bel modo di festeggiare gli 85 anni della scuderia del Cavallino rampante fondata da Enzo Ferrari. Il tutto sotto gli occhi di Fernando Alonso che ha approfittato del weekend libero per ritrovare vecchi amici come Mark Webber e Andrea Bertolini, collaudatore Ferrari. Lo spagnolo ha visto la Ferrari vincere e dal Baharain si trasferirà ad Abu Dhabi dove domenica prossima correrà la sua ultima gara con la Rossa.

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
Tennis: Zverev è il 'maestro'

Zverev è il 'maestro'

ATP Finals: battuto Djokovic in finale

Pitana miglior arbitro dei Mondiali

Pitana miglior arbitro dei Mondiali

Il direttore di gara argentino ha vinto il "Premio Campanati"

Valencia, AFP

Gran finale col diluvio

Ultima gara della stagione MotoGP condizionata dalla pioggia

Golf, Race to Dubai: trionfa Francesco Molinari, le foto dell'impresa

Molinari, trionfo storico

Francesco vince la Race to Dubai

Franciacorta, le immagini e le premiazioni di Gara1

Franciacorta, le foto di Gara1

Domina Panzavuota. Lembo e Simoni premiati per le categorie Over, Under e Lady

Rally: Ogier, è qui la festa

Ogier, è qui la festa

Il francese è campione del mondo per la sesta volta consecutiva

I giornali: domenica 18 novembre

I giornali: domenica 18 novembre

La rassegna italiana e internazionale

San Siro si veste d'azzurro per la Nazionale

Lo show azzurro di San Siro

Scenografia spettacolare per accogliere la Nazionale nella sua 58esima apparizione a Milano

100 presenze con la Nazionale: San Siro omaggia Chiellini

Chiellini 100 volte azzurro

Centesima presenza in nazionale per il difensore della Juve