Torna il Red Bull Air Race World Championship

Il britannico Paul Bonhomme ha vinto la gara di apertura della stagione 2014 del Red Bull Air Race World Championship ad Abu Dhabi grazie ad una grande prestazione nella finale che ha visto arrivare secondo l’austriaco Hannes Arch, suo vecchio rivale, e terzo il canadese Pete McLeod. Il campione uscente nel penultimo round della gara ad alta velocità e bassa quota tenutasi sulle acque turchesi del Golfo Persico, si è ritrovato dietro sia ad uno scatenato McLeod, che ha poi conquistato il primo podio in carriera, che alla storica nemesi Arch, ma nel turno finale è riuscito a volare due secondi più veloce stabilendo il miglior tempo della giornata, 56.436, davanti per un soffio ad Arch che ha fermato il cronometro a 57.776. E' stata una finale piena di emozioni, perfetta per l’apertura della stagione 2014 della serie motoristica più veloce del mondo.

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
Neymar e Mbappé ko

Neymar e Mbappé ko

Psg, doppio infortunio in Nazionale

Italia-Usa, invasione di campo e abbracci

Italia, invasione di campo

Tifoso entra in campo e abbraccia gli azzurri

Italia-Usa 1-0: Mancini ringrazia Politano

Italia, ci pensa Politano

Gli azzurri battono gli Usa a Genk

Test MotoGp a Valencia: Viñales il più veloce

MotoGP, i test a Valencia

Primo contatto per Jorge Lorenzo con la Honda

Battesimo Aprilia-Iannone: la MotoGP versione 2019

Battesimo Aprilia-Iannone

Test di Valencia: ecco i piloti che hanno cambiato moto

Test MotoGP, ecco la Honda di Lorenzo

La prima volta di Lorenzo sulla Honda

Primo giorno da pilota Honda per Jorge a Valencia

In pista con la Lamborghini Huracàn GT3 EVO

In pista con la Lamborghini Huracàn GT3 EVO

GT3 Junior Program a Vallelunga: un posto per quattro

Mercato Inter, Marotta sfida la Juve: sette nomi nel mirino

Inter, da Andersen a Tonali: Marotta sfida la Juve

L'ex bianconero sarà nominato a.d. dei nerazzurri, nel mirino anche Martial, Rabiot e Milinkovic-Savic

Il derby è Guerra Fredda

Il derby è Guerra Fredda

Murale a Milano: Gattuso l'americano e Spalletti il cinese