Volley, World League: Italia viva, ma vince la Serbia

Gli azzurri di Blengini si arrendono solo al tie break dopo essere stati sotto 2-0: dal 13 luglio le Final Six a Cracovia

Volley, World League: Italia viva, ma vince la Serbia

Dopo aver ottenuto il pass per le Final Six di Cracovia, l'Italvolley di Chicco Blengini si arrende alla Serbia nell'ultima giornata della terza fase di World League. A Teheran finisce 3-2 per il sestetto slavo che, avanti di due set, subisce la rimonta azzurra prima di chiudere 17-15 al tie break. Una sconfitta comunque indolore per Zaytsev e compagni, già qualificati alla fase finale del torneo in programma dal 13 al 17 luglio.

Se resta il dispiacere di non aver completato fino in fondo la rimonta alla Nazionale probabilmente più in forma del momento, i segnali di vitalità mostrati dall’Italia di Blengini lasciano ben sperare in vista non solo delle Final Six di Cracovia (13-17 luglio), ma soprattutto per le Olimpiadi di Rio 2016. Il ct azzurro cambia ancora formazione lanciando Lanza in sestetto al posto di Juantorena, ma l’avvio dell’Italia è di quelli da dimenticare: Grbic ruota gli uomini a disposizione, Kovacevic martella come al solito e in un amen gli azzurri sono sotto 2-0 (19-25, 18-25).

È a quel punto che Blengini sposta Zaytsev opposto con Lanza e Antonov nel ruolo di schiacciatori: mossa giusta che dà il via alla rimonta azzurra (25-19 nel terzo parziale), con Giannelli che sale in cattedra nei momenti decisivi per pareggiare i conti nel quarto set (25-22). Il tie break è un punto a punto risolto soltanto ai vantaggi (17-15) dopo tre match point annullati ai serbi: una sconfitta che non fa male e che, tra i molti segnali positivi, regala un Zaytsev in grandissima forma (28 punti personali).

TAGS:
Volley
World League: Italial
Serbia