Volley, World Cup 2015: riscatto Italia, Giappone asfaltato

Gli azzurri di Blengini vincono 3-0 e rialzano la testa dopo il ko incassato con gli Usa. Mercoledì c'è l'Iran

Federvolley Facebook

L'Italia rialza la testa. Gli azzurri del volley, dopo il ko incassato contro gli Stati Uniti, battono in tre set il Giappone conquistando così la quarta vittoria in cinque uscite nella World Cup 2015. Allo Sports Center di Hiroshima i ragazzi di Blengini distruggono in tre set i padroni di casa (25-21, 25-20, 25-15) grazie a uno Zaytsev in giornata di grazia: adesso il trasferimento a Osaka per il secondo round del torneo, mercoledì c'è l'Iran.

Non poteva sbagliare l'Italvolley e non ha sbagliato, portandosi a casa tre set importanti per continuare a puntare ad uno dei primi due posti. Certo, il Giappone è un avversario modesto, ma più volte nel corso del match è riuscito a mettere in difficoltà gli azzurri. Alla fine però è emerso il maggior tasso tecnico dei ragazzi di Blengini, trascinati dai due uomini simbolo: Ivan Zaytsev e Osmany Juantorena. Lo Zar, che chiude con 16 punti, impressiona specialmente sul finale di gara quando - con quattro ace consecutivi - consegna il match ai suoi. Adesso appuntamento a mercoledì con l'Iran, già fuori dai giochi per i primi due posti, poi Tunisia e Venezuela che aprono al terribile tris finale con Russia, Argentina e Polonia.

TAGS:
Volley
World cup
ItaliaGiappone

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X