Volley, la Coppa Italia è di Perugia: Lube ko

I 20 punti di Atanasijevic consentono ai perugini di ribaltare il parziale contro Civitanova

Foto Facebook Sir Safery Perugia

E' la Sir Safety Perugia ad aggiudicarsi la Coppa Italia 2018 di volley. Al PalaFlorio di Bari la capolista si impone in rimonta sulla Lube Civitanova. Vittoria 3-1 (25-16, 22-25, 20-25, 25-27) per i perugini che la spuntano grazie ai 20 punti di Atanasijevic. Alla Lube non basta l’accoppiata Sokolov-Juantorena capace di mettere insieme la bellezza di 40 punti. In A1 femminile, sconfitta per la regina della classe Conegliano a Monza.

COPPA ITALIA UOMINI
Un Atanasijevic da 20 punti regala alla Sir Safety Perugia la Coppa Italia 2018. Battuta in quattro set la Lube Civitanova in finale. Cucinieri sempre avanti nel punteggio nel corso del primo set. A fare la differenza per la squadra di Medei sono i 7 punti all'interno del set da parte di Juantorena che dimostra sin da subito di avere la mano calda. Sir Perugia in difficoltà soprattutto quando va Sander al servizio. I cucinieri dominano sotto rete gli avversari avviandosi verso la conquista del set: 25-16. Scambi finalmente equilibrati nel secondo gioco con Perugia che dimostra di essere in partita, spinta anche dalle giocate di Zaytzev. Si procede punto a punto con i due palleggiatori, De Cecco e Christenson, bravi a dislocare gli attacchi sotto rete. 17-17 e gara sempre più nervosa (rossi a Sokolov e Atanasijevic). Break di Perugia sul parziale di 20-18 con Medei costretto al timeout. E’ sull-asse Sander-Juantorena che la Lube prova a restare attaccata al set: 23-21. Un primo tempo di Podrascanin consente a Perugia di chiudere i conti con la seconda palla set: 25-22. La musica in campo cambia decisamente nel terzo set, quando Atanasijevic inizia a fare la voce grossa sotto rete. Dall’altra parte calano invece le percentuali della Lube che accusa il colpo. L’ultimo ad alzare bandiera bianca è Juantorena, ma anche il terzo set è di Perugia (25-20). Nel quarto set, la Lube prova più volte a produrre il break decisivo, ma Perugia non molla. Nel finale teso ed emozionante i perugini annullano una palla set, poi il punto decisivo porta la firma di Atanasijevic: 27-25 e festa Sir.

A1 FEMMINILE – 17.A GIORNATA
Nella 17esima giornata di A1 femminile Monza ferma la corsa della capolista Conegliano. Sono i 16 punti della Ortolani e i 14 di Havelkova a firmare l’impresa delle monzesi che la spuntano in 4 set (25-18, 25-19, 21-25, 25-22). Alle venete non bastano i 16 della solita Hill per allungare la striscia di vittorie consecutive in campionato. Alle spalle di Conegliano non ne approfitta Novara che racimola un solo punto contro Bergamo. Il tie break sorride infatti alle padrone di casa, mentre non bastano i 19 punti di Celeste Plak alle piemontesi. Troppa Scandicci per la My Cicero Pesaro che conferma il mal di trasferta. 25-20, 25-13, 25-13 i parziali in favore delle toscane che fanno valere la legge del più forte grazie anche ai 26 punti di Haak. Vittoria in tre set (25-21, 25-23, 25-22) della Liu Jo Modena contro il fanalino di coda Lardini. Le ospiti provano a tener testa, ma le emiliane mettono in evidenza maggiore cinismo e colpi sotto rete soprattutto con Mingardi (11 punti) e Calloni (12). Negli anticipi del sabato, vittorie casalinghe per Casalmaggiore e Legnano che battono rispettivamente Il Bisonte Firenze e Busto Arsizio in quattro set.

TAGS:
Volley
Coppa italia
A1 donne

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X