Volley, il Mondiale 2018 maschile in Italia e Bulgaria

La prima parte del torneo si svolgerà nei due Paesi, la fase finale interamente in Italia

Volley, foto IPP

La Federazione Internazionale di volley ha ufficializzato le sedi del Mondiale maschile 2018, il torneo si giocherà in Italia e in Bulgaria. La prima parte si svolgerà nei due Paesi mentre la fase finale sarà interamente disputata in Italia, per la terza volta consecutiva (dopo il maschile 2010 e il femminile 2014). Soddisfazione per Carlo Magri, presidente Fipav: "Premiata la capacità organizzativa italiana".

L'accordo è stato ufficializzato a Losanna, dove sono stati definiti gli ultimi dettagli con la Federazione Internazionale. Per la prima volta dopo 18 edizioni, quindi, il Mondiale verrà ospitato da due nazioni differenti.

"Ottenere l'organizzazione di tre Mondiali consecutivi in un contesto economico così complesso - ha detto Magri - è prova del buon lavoro della Fipav. Sappiamo che ci attende un'ulteriore impresa, ma ripartire avendo negli occhi le splendide immagini dell'ultimo Mondiale e potendo contare sulla preziosa esperienza accumulata, è sicuramente un vantaggio. Con buone probabilità sarà Torino ad ospitare le finali di un Mondiale che sono convinto possa diventare memorabile".

Poi, i ringraziamenti: "Grazie al Consiglio Federale, al Comitato Olimpico e alle istituzioni politiche. Penso che l'organizzazione di un Mondiale in Italia sia qualcosa di cui debba andare orgoglioso non solo l'intero mondo pallavolistico, ma tutto il nostro Paese. Spero che questo attestato di fiducia verso la nostra federazione possa essere di buon auspicio per la Candidatura Olimpica di Roma 2024".

TAGS:
Volley
Mondiale
2018
Italia
Bulgaria

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X