Volley, Champions: Perugia corsara, Piacenza quasi fuori

Nell'andata dei Playoffs 12 la Sir Safety vince al tie break sul campo dello Jastrzebski mentre la Copra cade in casa 3-0 contro lo Zenit Kazan

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

foto sirsafetyperugia.it

Si chiude con una vittoria e due sconfitte il bilancio per le squadre italiane dopo le sfide di andata dei Playoffs 12 della Champions League di volley maschile. Come Macerata, anche Piacenza crolla con un netto 3-0 in casa: al PalaBanca trionfano i russi dello Zenit Kazan. L'impresa la fa invece la Sir Safety Perugia di Nikola Grbic che vince 3-2 al tie break una gara tiratissima in Polonia contro lo Jastrzebski Wegiel di Roberto Piazza.

La Sir Safety Perugia, 5 vittorie di fila e una sola sconfitta al termine della prima fase della Champions Volley 2015, compie un capolavoro vincendo 3-2 al tie break (18-25, 25-21, 25-27, 26-24, 15-11) in oltre due ore in Polonia contro lo Jastrzebski Wegiel allenato da Roberto Piazza. Gli umbri di Nikola Grbic, dopo aver perso abbastanza male il primo set, riordinano le idee e vincono i successivi due parziali (il terzo dopo aver annullato un set point) grazie alle tremende schiacciate di Fromm e Atanasijevic che rispondono colpo su colpo ai missile di Lasko, stella dei polacchi. Il quarto parziale vede il ritorno dello Jastrzebski e così si va al tie break. Qui è un dominio dei vice campioni d'Italia che allungano e poi chiudono sul 15-11 dopo che i polacchi erano arrivati al -2 sul 13-11. Non basta allo Jastrzebski un favoloso Lasko da 24 punti perchè la Sir Safety ne ha 27, con 6 ace, da Fromm e 22 da Atanasijevic. Mercoledì prossimo Perugia avrà il ritorno in casa: servirà una vittoria per accedere ai Playoffs 6 mentre in caso di sconfitta al tie break si andrà al golden set.

Era un'impresa sulla carta impossibile e tale si è rivelata per la Copra Elior Piacenza la sfida del PalaBanca contro lo Zenit Kazan che si è imposto con un secco 3-0 (25-22, 25-22, 25-19). I campioni di Russia in carica, imbattuti nella prima fase di Champions e grandi favoriti per questa edizione, hanno bissato il punteggio ottenuto lo scorso anno quando eliminarono la Copra Elior nei Playoffs 6 per volare alle Final Four. Piacenza ha tenuto testa alla formazione di Alekno ma non è mai riuscita a costruirsi l'opportunità di vincere nemmeno un set. La Copra ha 11 punti da Zlatanov e 10 da Poey mentre per lo Zenit spiccano i 17 di Mikhailov e i 13 di Leon. Tra una settimana Piacenza giocherà sul campo di Kazan nel match di ritorno (ore 18.30): serve un miracolo ai ragazzi di Radici cui servirà un successo per 3-0 per forzare il confronto al golden set.

TAGS:
Volley
Champions League
Perugia
Piacenza

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento