Volley: riparte il campionato, novità SuperLega

La massima serie festeggia 70 anni e celebra un rivoluzione: si presenta con 13 squadre al via e zero retrocessioni in A2

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Volley, Foto IPP

Il campionato di volley maschile riparte domenica e per il suo 70° compleanno attua una rivoluzione. Non si parlerà più di serie A1, ma di SuperLega: un campionato con 13 società-franchigie - Città di Castello-Sansepolcro, Latina, Milano, Modena, Molfetta, Monza, Padova, Perugia, Piacenza, Ravenna, Trentino, Verona, più i campioni d'Italia della Cucina Lube Banca Marche Treia - e zero retrocessioni in A2, dalla quale salirà però la vincitrice dei play off. 

Molto entusiasti i vertici, sia del volley, sia dello sport italiano. "La Superlega è il primo campionato del mondo. Forse in Russia ci sono più campioni, più pagati, ma il livello di competitività e l'insieme delle squadre nessun altro torneo nazionale può averlo. Ditemi in quale altro sport l'Italia ha il primo campionato del mondo?", ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò.

Il presidente della Lega Volley serie A Albino Massaccesi ha aggiunto: "La SuperLega è una scelta fondamentale. E' come se il campionato italiano iniziasse quest'anno. La fase finale del mondiale femminile è stato uno spettacolo bellissimo che ha valorizzato il nostro sport. Dobbiamo valorizzare nel modo migliore la visibilità avuta".

Il regolamento della SuperLega prevede un sistema di bonus-malus: la permanenza di un club si mantiene attraverso il bilanciamento di prestazione sportiva, dati di pubblico e rigore finanziario. Ogni franchigia avrà una licenza della durata minima di quattro stagioni (ma entro la fine della stagione 2016-17, Lega e Fipav possono prolungare la durata di altre due stagioni). Una risposta rivoluzionaria per far restare la Serie A ancora il campionato più bello, con l'auspicio di far tornare a brillare l'Azzurro anche tra gli uomini.

I VOSTRI COMMENTI

Joe Dol - 17/10/14

Credo sia modello Americano... non a caso i campionati più spettacolari sono lì!

segnala un abuso