Mondiali di volley: la Polonia non sbaglia, Italia fuori

Gli Azzurri di Berruto perdono 3-1 contro i padroni di casa e sono matematicamente eliminati dalla corsa alle medaglie

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Termina con la sconfitta contro i padroni di casa della Polonia il disastroso Mondiale dell'Italvolley. A Lodz, dopo la sconfitta di mercoledì contro la Serbia, gli Azzurri perdono 3-1 (19-25, 25-18, 25-20, 26-24) contro gli uomini di Antiga e vengono matematicamente eliminati dalla corsa alle medaglie: mancano ancora due partite alla fine della seconda fase, due gare che serviranno più che altro per tirare fuori gli artigli.

E in effetti già nella gara odierna gli uomini di Berruto mostrano quantomeno una reazione d'orgoglio dopo le tre sconfitte consecutive contro Porto Rico, Usa e Serbia. Non c'è l'infortunato Zaytsev (al suo posto Vettori dal primo minuto), ma l'Italia trova ugualmente il modo di raffreddare i bollenti spiriti dell'Atlas Arena con un primo set pressoché perfetto. Gli Azzurri giocano bene e tengono testa per l'intera gara a una Nazionale che, complice un girone piuttosto agevole, aveva chiuso la prima fase a punteggio pieno (unica a riuscirci in tutto il Mondiale). Alla fine però le motivazioni e la spinta del pubblico spingono la Polonia alla rimonta: si chiude col brivido, perché al quarto set sul 24-23 per i padroni di casa gli arbitri devono ricorrere al video challenge per assegnare il punto all'Italia per invasione di Drzyzga. Ma alla prima opportunità di break gli uomini di Antiga non sbagliano murando Vettori, si prendono i tre punti e guadagnano il momentaneo secondo posto nel girone alle spalle della Francia. Per gli Azzurri, matematicamente eliminati, restano le due sfide contro Argentina e Australia: in pratica, due amichevoli. Di tempo per riflettere sugli errori di preparazione ce ne sarà in abbondanza.

TAGS:
Volley
Italia
Polonia

I VOSTRI COMMENTI

contatori - 12/09/14

Grazie per la miriade di risultati non ottenuti. Adesso caro Berruto dimettiti e vai a lavorare.

segnala un abuso