Volley, playoff A1: Macerata implacabile, Perugia si riscatta

In gara 2 di semifinale la Lube Banca si porta sul 2-0 con Modena mentre la Sir Safety pareggia i conti con Piacenza

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Macerata compie un ulteriore passo avanti verso la finale di campionato di volley A1 vincendo 3-0 Gara2 delle semifinali contro Casa Modena (26-24, 25-22, 25-21). Pareggia i conti sull'1-1 invece la Sir Safety Perugia che soffre tantissimo ma vince 3-2 in casa contro Piacenza al tie break (25-22, 25-23, 15-25, 21-25, 16-14). La Lube Banca cercherà di chiudere i conti domenica mentre Gara3 tra Piacenza e Perugia si giocherà sabato

Al PalaPanini, Macerata si rende protagonista di una partita praticamente perfetta con Zaytsev, autore di 17 punti, che sale in cattedra fin dal primo set. A decidere il parziale è però Stankovic che, con un muro, firma il 26-24. Nel secondo set lo strappo decisivo arriva grazie a Stankovic e Kurek ma il punto del 25-22 è di Parodi.
Terzo set equilibratissimo ma è ancora una volta Zaytsev a rendersi protagonista con due muri su Kovacevic che chiudono il match. La Lube Banca proverà ora a chiudere il discorso domenica alle 18.30 al Pala Baldinelli.
Decisamente più sofferta la vittoria per 3-2 di Perugia che, dopo la sconfitta in casa di Piacenza, si impone al tie break. Sembra tutto facile per i padroni di casa che, dopo due set, sono già avanti 2-0 ma nel terzo parziale Piacenza torna in partita lasciando a 15 gli umbri che non riescono ad imporsi nemmeno nel quarto set. Si va così al tie break con Le Roux, tra i migliori fino a quel momento per la Copra Elior con 15 punti, che sbaglia il punto decisivo e così Perugia si impone 16-14 nel set decisivo. Top scorer della serata è Atanasijevic che sigla 24 punti. La Sir Safety pareggia la serie sull'1-1. La Lega volley ha fissato Gara3 sabato alle 17.30 per ragioni televisive ma il presidente di Piacenza Guido Molinaroli vorrebbe posticipare l'incontro.

TAGS:
Volley
Playoff A1
Macerata
Perugia

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento