Volley, A1 donne: Conegliano non sbaglia ed è seconda

L'Imoco vince 3-1 sul campo di Urbino e centra il sesto successo consecutivo; si ferma la marcia casalinga della Robur Tiboni

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

(imocovolley.it)

Conegliano non sbaglia. Nell'anticipo della quarta giornata di ritorno la Imoco di coach Marco Gaspari vince 3-1 sul campo della Robur Tiboni Urbino (23-25, 25-20, 29-27, 25-20) e sale momentaneamente al secondo posto in classifica superando Modena e portandosi a -3 dalla capolista Piacenza. Per Conegliano si tratta della sesta vittoria consecutiva, mentre si interrompe la marcia casalinga di Urbino che era reduce da tre vittorie di fila per 3-0 al PalaMandolce.

Il primo set vive sull’equilibrio: lo vince Urbino grazie a un ace firmato Leggs, con la palla che tocca la rete e ricade a terra per il 25-23 marchigiano. Immediata la replica di Conegliano che vince 25-20 il secondo parziale: il punto decisivo arriva grazie a un muro di Lloyd. Il match si decide nel terzo set. Urbino va sotto, poi rimonta e sorpassa sul 24-23 ma Gibbemeyer annulla il set point. Le emozioni non mancano: Barcellini annulla un’altra palla set a Urbino, poi è Barazza a portare avanti Conegliano, ma Kostic (miglior realizzatrice del match con 22 punti) dice no. Si va sul 27-27 ed è qui che entra in gioco la freddezza dell’Imoco: un attacco di Nikolova e un muro della scatenata Gibbemeyer regalano il 29-27 che consente a Conegliano di portarsi sul 2-1. Risultato sempre in bilico anche nel quarto parziale. La Robur mette la freccia e scappa sul 19-17, ma Conegliano non abbassa la guardia: Barazza a muro (alla fine saranno quattro come Lloyd e Gibbemeyer) e Donà al servizio fanno la differenza: il 25-20 finale è di Fiorin. “Non erano tre punti scontati per nulla - commenta Melissa Donà, schiacciatrice della Imoco Conegliano -. Loro hanno dimostrato di essere forti, hanno giocato una grande partita in difesa e un po’ in tutti i fondamentali. Noi abbiamo ottenuto una bella vittoria, dobbiamo evitare di cadere in qualche errore che a volte ci frena e quindi c’è da lavorare ancora per eliminare pause e passaggi a vuoto”.

TAGS:
Volley
Conegliano
Urbino

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento