Volley, Champions: Macerata ko a Novosibirsk, al tappeto anche Conegliano e Busto

La Lube perde 3-1 in Siberia. Tra le donne l'Imoco sconfitta 3-1 a Baku si giocherà il passaggio del turno nel derby contro la Yamamay, sempre più fanalino di coda dopo lo 0-3 col Galatasaray

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Lube (FotodalWeb)

Giornata amara per le italiane impegnate nella Champions League di volley. In campo maschile Macerata perde 3-1 in Siberia contro la Lokomotiv Novosibirsk e rimedia la prima sconfitta stagionale in Coppa. La Lube non può nulla e si inchina dinanzi ai campioni d'Europa in carica, bravi a prendersi la rivincita dopo il ko per 3-2 all'andata e a salire in vetta al girone E. Inutili i 17 punti di Zaytsev. Tra le donne Conegliano e Busto al tappeto.

LOKOMOTIV-MACERATA
A Novosibirsk il match inizia in modo equilibrato ma alla fine è la Lokomotiv a imporsi 25-23, con l'arbitro che giudica out il diagonale di Kurek. Nel secondo set i russi partono forte e scappano subito via sul 16-7: facile chiusura per 25-15. Nel terzo set Macerata si rifà sotto, domina con Kovar e Stankovic e dopo aver toccato il 20-11, chiude con il punto dello stesso Kovar per il 25-19. Il quarto set è decisivo per le speranze della Lube ma Novosibirsk non perde la bussola, controlla e chiude 25-17 con il match point di Camejo. Alla formazione di Giuliani non bastano i 17 punti di Zaytsev e i 15 di Kurek contro i russi guidati da Moroz, 22.

BAKU-CONEGLIANO
In Azerbaigian parte col piglio giusto Conegliano che, dopo un avvio in equilibrio, scappa grazie ai muri e alle battute di Jenny Barazza. In vantaggio 18-15, però, l'Imoco va in confusione e con invasioni evitabili e servizi sbagliati agevola il sorpasso di Baku, che chiude il primo parziale 25-23 con l'ex Busto Arsizio Margy Kozuc. Grande battaglia nel secondo set, con le Pantere brave a recuperare da 14-18 grazie alle magie della Nikolova (27 punti a referto con 56 attacchi) e a trascinare il parziale ai vantaggi: l'Imoco annulla ben 5 palle set e con un errore di Kozuc fa 1-1. Nel terzo Conegliano vola sul +4 (10-14), ma poi subisce la rimonta dell'Azeryol, spinta dai muri di Vargas e Jones: sul 22-22 lo sprint se lo aggiudicano le padrone di casa. Quarto set con rimonta Imoco che, sotto 7-13, riesce ad impattare sul 18-18 e firmare il sorpasso grazie a due punti di Kauffeldt. E' un fuoco di paglia: Baku infatti mette la freccia e, con un parziale di 4-0, effettua il controsorpasso e va poi a chiudere la contesa.

BUSTO-GALATASARAY
Al PalaYamamay i muri turchi portano subito avanti il Galatasaray (1-4), ma Busto risponde e, dopo aver chiuso sul 7-6 il primo time out tecnico, scappa sul 13-9. La reazione della formazione di Barbolini è veemente e, raggiunto il 18 pari, scappa sino al 24-22 e chiude il set con Kalac. Nel secondo parziale Montano è incontenibile e le farfalle vanno subito sotto 4-8: lo strappo si allarga sino al 12-17, ma Busto non ci sta e, trascinato da Buijs e Arrighetti, torna sul -2 (19-21). Alikaya e il muro proprio su Buijs ristabiliscono le distanze: anche il secondo set è turco. Nel terzo sono ancora una volta le ragazze ospiti a comandare i giochi, balzando in pochi minuti sull'8-4: con una botta d'orgoglio la Yamamay raggiunge l'8-8 e poco dopo piazza addirittura il sorpasso con una fast di Arrighetti (13-12). Nuova parità a quota 15, poi via fino in fondo tra sorpassi e controsorpassi: lo sprint è per la terza volta del Galatasaray grazie alla coppia Montano-Lo Bianco.

TAGS:
Volley
Champions
Lube banca Marche Macerata

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento