TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

SportMediaset

Tennis, Wimbledon: delusione italiana, Fognini e Giorgi eliminati

Il numero 29 saluta dopo quattro set contro Murray, la Ostapenko batte l'azzurra

L'Italia resta senza azzurri a Wimbledon. Fabio Fognini è stato eliminato da Andy Murray dopo quattro set (6-2, 4-6, 6-1, 7-5) che hanno visto l'azzurro andare avanti per 5-2 nell'ultimo parziale, prima della definitiva rimonta del padrone di casa. Camila Giorgi, invece, si arrende dopo due set contro la Ostapenko (7-5 7-5) e manca l'accesso agli ottavi. Anche l’azzurra è stata due volte in vantaggio per 5-3, per poi subire la rimonta.

FOGNINI, IMPRESA SFIORATA

L'avvio, per l'azzurro, non è dei migliori. Dopo il turno in battuta, rispettato fino al 2-2, è Murray a mettere a segno il doppio break point che vale il 6-2 in mezz'ora. In occasione del 4-2, Fognini regala il vantaggio all'avversario a causa di tre doppi falli consecutivi, che consentono all'inglese di mettere la testa avanti nel primo set. Il secondo parziale è caratterizzato subito da due break point, il primo dei quali ad opera di Fognini, che strappa il servizio al numero 1 del mondo. Murray, però, non fa drammi, mettendo 7 punti di fila che regalano il controsorpasso e il 2-1 di parziale. Qui si concretizza il capolavoro dell'azzurro: altro break point e 4-2. E' la giocata decisiva, che permette al numero 29 del mondo di portarsi sul 6-4 e prolungare la sfida al quarto set. Il terzo parziale, però, è un monologo inglese, con il padrone di casa che, dopo l'iniziale pareggio dopo due game, domina con due break point, andando avanti sul 2-1 in 31 minuti. Sul 4-1, il sanremese accusa un problema alla gamba destra, prontamente risolto. E' nel quarto set che succede di tutto: Fognini, apparso nervoso per tutto il match, dopo il 2-1 in suo favore si becca una penalità per aver disturbato il punto: è 2-2. La reazione, però, è da campione: break point e 5-2. L'azzurro va ad un passo dal quinto set. E' qui, però, che Murray costruisce la sua vittoria, mentre Fognini perde il treno degli ottavi di finale. Il numero 1 del mondo annulla ben cinque palle set e, con due break point di fila e cinque game consecutivi, ribalta la sfida, eliminando l'azzurro, vendicando la sconfitta degli Internazionali di Roma e volando agli ottavi di finale. Ad attenderlo, il francese Paire, che ha battuto il polacco Janowicz in tre set.

"HO GIOCATO ALLA PARI COL N° 1 DEL MONDO"

Amareggiato ma anche felice: Fabio Fognini saluta Wimbledon, ma la delusione è accompagnata dalla soddisfazione. "Sono molto felice del livello del mio tennis, ho giocato una partita alla pari con il numero uno, anzi per lunghi tratti ho giocato meglio di lui - l'analisi di Fognini -. Soprattutto nel quarto set avevo più opzioni di Andy, che era ormai aggrappato agli specchi. Riparto da Londra amareggiato, anzi arrabbiato per la sconfitta. Ma anche molto contento perché contro il detentore del titolo ho fatto match alla pari. Ho cercato fin da subito di fare qualcosa di più, essere più aggressivo, guadagnarmi i punti. Rimpianti? Se avessi portato il match al quinto set sarebbe potuto succedere qualsiasi cosa, ma con il senno di poi non si va da nessun parte...".

GIORGI BATTUTA IN RIMONTA

Primo set da montagne russe: dopo i primi due game con il turno in battuta rispettato, è la lettone a mettere a segno il primo break point, che le consente di portarsi sul 3-1. La reazione della Giorgi è straordinaria: doppio break point e 3-5 di punteggio. A vincere il set è, però, la Ostapenko, che imita l'avversaria strappando due volte il servizio, imponendosi in rimonta per 7-5 dopo 41 minuti. Nel secondo parziale, è la Giorgi a partire meglio: dopo il doppio turno in battuta mantenuto dalla Ostapenko, l'azzurra riesce a mettere al segno il break point contro la numero 13 della classifica WTA e volare sul 5-2. L'Ostapenko, però, bissa la rimonta del primo set, mettendo a segno un altro doppio break point e vincendo 5 game di fila. E' il parziale che vale il match: la lettone, al secondo match point, replica il 7-5 del parziale precedente e, in 1h22', si impone sulla Giorgi, che fallisce quindi l'accesso agli ottavi, salutando Wimbledon. Ora, per la vincitrice del Roland Garros, c'è la Svitolina, che ha battuto in due set (6-1, 7-5) la Witthoeft.

TAGS:
Tennis
Wimbledon
Fognini
Murray
Ostapenko
Giorgi

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X