Tennis, Us Open: Nadal in rimonta su Khachanov, il russo fuori a testa alta

Stacca il pass anche Thiem. Avanzano Mertens e Svitolina, Azarenka ko contro la Stephens. Bene Serena Williams

Tennis, Us Open: Nadal in rimonta su Khachanov, il russo fuori a testa alta

Nadal riesce ad avere la meglio in un match spettacolare nel terzo turno degli Us Open: lo spagnolo è costretto alla rimonta contro Khachanov chiudendo sul 3-1 (5-7, 7-5, 7-6, 7-6) in 4h24m. Fatica anche Thiem contro Fritz spuntandola con lo stesso risultato (3-6, 6-3, 7-6, 6-4). Nel femminile l’Azarenka cade 2-0 (6-3, 6-4) contro la campionessa in carica Stephens. Successi netti anche per Mertens e Svitolina che superano Strycova e Wang. Nei match disputati nella notte italiana si impongono in tre set Coric, Raonic e Del Potro che hanno la meglio su Medvedev, Wawrinka e Verdasco. Tutto facile infine per Serena Williams che batte in due set la sorella Venus.

Si conferma un avversario coriaceo Khachanov, capace di mettere in seria difficoltà il numero 1 del ranking: Nadal cade nel primo set concedendo due break al russo, che la spunta 7-5 al termine di un infinito ultimo gioco concluso ai vantaggi. Il riscatto per lo spagnolo arriva immediatamente, ma Khachanov prova ancora a fargli lo sgambetto costringendolo per ben due volte al controbreak. Nadal alla fine riesce a strappare il punto decisivo ai vantaggi del dodicesimo gioco chiudendo sul 7-5. Nel terzo set la partita cambia radicalmente e né Nadal né Khachanov concedono nulla nei rispettivi turni di battuta: lo spagnolo la spunta solo sul 7-6 dopo 1h10m. La chiusura per Nadal sembra più semplice nel quarto set dopo il break nel terzo gioco, il russo pareggia i conti nel decimo, ma il verdetto del campo sembra oramai scritto: il numero uno del ranking è costretto ancora ai vantaggi ma concede pochissimo chiudendo ancora 7-6 per il 3-1 finale.

L’inizio è tutto in salita per Thiem, che sbanda pericolosamente contro Fritz concedendo il primo set per 6-3. La reazione del numero 9 del ranking però è impeccabile: l’austriaco mette le ali regalandosi una splendida e convincente vittoria in rimonta (6-3, 7-6, 6-4) staccando il pass per gli ottavi.

Nel femminile occhi puntati sulla sfida tra Stephens e Azarenka: la numero 3 del ranking riesce a imporsi 2-0 nonostante la bielorussa avesse mostrato un ottimo stato di forma nelle precedenti uscite. Il match dura 1h43 con una breve ma forse decisiva interruzione per la pioggia, con la statunitense che passa 6-3 6-4 e si candida ancora alla vittoria finale. Soffre solo nel finale la Mertens: contro la Strycova il primo set va in archivio senza problemi per la belga con un 6-3. Per chiudere i conti sul 2-0 però deve sudare nel secondo arrivando fino ai vantaggio sul 7-6. Nessun problema per la Svitolina nel 2-0 contro la cinese Wang: con due 6-4 la numero 7 del ranking avanza nel tabellone di New York.

IL DERBY IN FAMIGLIA TRA LE WILLIAMS: VINCE SERENA

Non era mai accaduto nell'Era Open che due giocatrici si ritrovassero a più di 20 anni di distanza. Qui a New York tutti volevano la sfida in famiglia tra le sorelle Williams: Serena 36 anni, Venus 38, icone dello sport a stelle e strisce l'una di di fronte all'altra nel torneo di casa. Sono stati accontentati, ma diciamola tutta, la partita non è stata granché. Anzi proprio non c'è stata. Ha vinto nettamente Serena: 6-1 6-2. Dall'1-1 del primo set ha infilato sette game consecutivi volando sul 6-1 2-0, quindi ha chiuso comodamente 62 in poco più di un'ora. Sul piano strettamente tecnico non era la sfida piu' importante. Le due si sono affrontate nove volte nella finale di uno Slam. Tra il 2002 e il 2003, ai tempi del "Serena Slam" (quattro Major consecutivi seppur in anni diversi), la piu' piccola supero' sempre in finale la sorella. Senza dimenticare l'epilogo degli Australian Open 2017, quello del 23esimo Slam di Serena. Anche Venus ha raccolto successi importanti contro la sorella minore: nonostante l'enorme differenza di titoli e il bilancio dei testa a testa dica 18-12 per Serena, compreso l'ultimo. "Avrei preferito incontrare un'altra avversaria - ha detto Serena - credo che ci sia un'enorme differenza nell'affrontare Venus al terzo turno e non in semifinale o in finale. Gioire dopo averla battuta e' sempre difficile, se sono qui e' anche merito suo. Spero solo che papa' non abbia visto il match in tv"

TAGS:
Tennis
Us open
Nadal

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X