Tennis: Nadal chiude l'anno al numero 1

Federer rinuncia a Bercy, lo spagnolo certo del trono mondiale fino a fine anno

Rafa Nadal (LaPresse)

Rafa Nadal è certo di chiudere l'anno al primo posto della classifica mondiale. L'ufficialità, anche se ci sono ancora le Atp Finals di Londra da giocare, è arrivata dopo la rinuncia di Roger Federer a scendere in campo questa settimana al Masters 1000 di Parigi-Bercy. Lo svizzero, reduce dal successo di Basilea (il 95° in carriera), ha un ritardo in classifica dal maiorchino ormai incolmabile di 1440 punti (10465 contro 9005).

Nadal si gode l'11a settimana di fila in vetta alla classifica Atp e ha la certezza di chiudere l'anno al primo posto per la quarta volta, dopo il 2008, il 2010 e il 2013. Una garanzia che gli ha 'regalato' il rivale di sempre, Federer che, a 36 anni, deve centellinare le energie come da lui stesso spiegato dopo l'8° trionfo a Basilea contro Juan Martin Del Potro. "Il ranking? Sì, ci ho pensato, ma ho dovuto toglierlo dall’equazione e chiedermi cosa avrei fatto a prescindere dal ranking - ha spiegato il fenomeno elvetico -. Forse se fossi stato più vicino nel punteggio ci sarei andato, ma sono piuttosto distante da Rafa. Voglio evitare di farmi male, rischiare di affaticarmi ancora in vista di Londra. Magari giocherei Parigi e mancherei a Londra, di nuovo, è un effetto domino".

TAGS:
Rafael nadal
Roger federer
Classifica atp
N° 1 al mondo

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X