Tennis, Hewitt perde e si ritira

L'austaliano, sconfitto da Ferrer, saluta il circuito: "È stato bellissimo"

Alla fine la lacrima è scesa. Inevitabile. Lleyton Hewitt ha dato l'addio al tennis dopo essere stato sconfitto nel secondo turno degli Australian Open dallo spagnolo David Ferrer alla Rod Laver Arena con il punteggio di 6-2, 6-4, 6-4. "Questa per me era come una seconda casa, è stato magnifico sentire l'amore e l'affetto della gente". Hewitt è stato il più giovane n.1 della storia del tennis e ha vinto l'Us Open 2001 e Wimbledon 2002.

"Per me la Rod Laver Arena era come una seconda casa - ha detto Hewitt, al centro del campo, accompagnato dai tre figlioletti -. È stato un immenso orgoglio rappresentare l'Australia. È stata una grande fortuna chiudere qui: è stato un viaggio lunghissimo e bellissimo, è il momento giusto e perfetto per smettere".

Hewitt ha vinto in carriera 30 tornei, tra cui 2 titoli dello Slam: gli Us Open 2001 sconfiggendo Pete Sampras e Wimbledon 2002, battendo Nalbandian. Ha conquistato per due volte la Coppa Davis con l'Australia, nel 1999 e nel 2003. Hewitt è entrato nella storia del tennis per essere diventato il più giovane numero 1 della storia Atp: era il 19 novembre 2001 e aveva 20 anni e 8 mesi.

TAGS:
Lleyton hewitt
Tennis
Australian open