Tennis, Bartoli: "Ho lottato per la vita, ora correrò la maratona"

La ex numero 7 al mondo parla della malattia: "Stavo perdendo le speranze, adesso sto meglio"

Marion Bartoli, LaPresse

Marion Bartoli torna a parlare dopo la malattia: "Stavo iniziando a perdere le speranze - ha dichiarato in una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport - ma ho deciso che dovevo lottare per la mia vita". L'ex numero 7 del mondo, campionessa a Wimbledon nel 2013, aveva perso 30 kg in un anno a causa di un virus contratto in Asia. Ora però sta meglio ed è pronta a riabbracciare lo sport: "Per festeggiare correrò la maratona di New York".

"Finalmente sto meglio - ha detto la Bartoli alla Gazzetta - Gli amici più intimi e la famiglia mi sono stati davvero molto vicini e devo ringraziare anche tutti i fan che in ogni modo mi hanno fatto arrivare la loro forza. Non finirò mai di ringraziarli". L'ex tennista era stata ricoverata a Merano, in Trentino Alto-Adige, dopo aver perso circa 30 kg in un anno. Un dimagrimento improvviso che aveva fatto preoccupare tutti i suoi supporter e che solo dopo diverse analisi si è capito essere legato a un virus tropicale, contratto probabilmente durante un viaggio in Asia.

"Non potevo usare il cellulare se non con dei guanti appositi e per non più di cinque minuti - ricorda l'ex campionessa di Wimbledon - Quando andavo a dormire temevo di non svegliarmi più. Ora la salute è la mia priorità". La cura che le è stata somministrata sta finalmente dando i suoi frutti e Marion è decisa a tornare all'attività sportiva, cominciando dalla maratona: "Quando ero in ospedale mi sono detta: se esco da questa situazione voglio fare qualcosa di grande. Ora sono pronta a partire per New York".

TAGS:
Bartoli
Tennis
Malattia
Maratona
New York

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X