Serena Williams: "Ho rischiato di morire durante il parto"

La tennista: "Ora vivo nella paura"

Serena Williams: "Ho rischiato di morire durante il parto"

Sono passati sei mesi da quando Serena Williams è diventata mamma di Olympia. Oggi la tennista statunitense ha deciso di raccontare il terrore di quei giorni di settembre: "Ho subito un taglio cesareo d'urgenza a causa del crollo della mia frequenza cardiaca. L'intervento - ha spiegato - è andato bene ma quello che è seguito solo 24 ore dopo il parto è stato terribile". A causa di alcuni coaguli di sangue nei polmoni l'ex numero uno del mondo di tennis vive con l'ansia: "Dopo aver rischiato la vita, vivo nella paura".

Oggi tutto è tornato alla normalità, o quasi. Infatti, ai microfoni della Cnn, l'ex numero 1 al mondo ha spiegato di vivere nel terrore che possa accaderle nuovamente qualcosa di simile. "Quando finalmente sono tornata a casa dalla mia famiglia ho dovuto trascorrere le prime sei settimane di maternità a letto. Adesso nonostante le ansie riconosco di essere stata molto fortunata. Ho una splendida bambina e punto a tornare in campo per vincere".

Poi l'americana ha rivolto un pensiero per i medici: "Ringrazio sempre il personale dell'ospedale, se non fosse stato per le loro cure tempestive, oggi non sarei qui".

TAGS:
Tennis
Serena Williams

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X