Roland Garros: la finale è Nadal-Wawrinka

Lo spagnolo strapazza Thiem e va per il decimo titolo, lo svizzero supera Murray in 5 set

Nadal e Thiem, Afp

E' Stan Wawrinka l'ultimo ostacolo che divide Rafa Nadal dalla 'Decima', il decimo titolo in carriera al Roland Garros. Domenica si contenderanno il titolo sulla terra rossa di Parigi lo svizzero, vincitore nel 2015 e imbattuto in tre finali Slam, che ha piegato in 5 set il numero 1 del mondo Andy Murray, e il mancino di Manacor, nove volte campione a Parigi, che in semifinale ha regolato in tre set il giovane talento austriaco Dominic Thiem.

WAWRINKA, CHE VENDETTA

Spettacolare semifinale sulla terra rossa di Parigi dove Stan Wawrinka batte Andy Murray e conquista la finale del Roland Garros, la quarta in uno Slam e la prima all'ombra della Tour Eiffel dal 2015, quando vinse il suo primo major. Il 32enne di Losanna, che si era presentato al match senza aver perso ancora un set, si impone al quinto col punteggio di 6-7, 6-3, 5-7, 7-6, 6-1 al termine di una maratona di quasi cinque ore e si prende la rivincita dopo la sconfitta di un anno fa che permise allo scozzese di giocarsi il titolo, partita poi persa contro Djokovic.

Nel 18esimo confronto tra i due (10-7 per lo scozzese ma 3-1 per lo svizzero sulla terra) l'avvio è di Murray che si impone 7-6 dopo un durissimo tie break (8-6) in un primo set di oltre un'ora. La reazione di Wawrinka arriva nel secondo set quando, sotto 3-2, infila 4 game consecutivi e si impone 6-3. Nel terzo set l'inerzia dello svizzero prosegue e sale 3-0: lì Murray reagisce, accorcia sul 5-4 e poi conquista tre game di fila per chiudere 7-5. Wawrinka è colpito ma non si abbatte, nel quarto set i due campioni difendono il servizio e così si va al tie brek: Murray resiste fino al 2-2 e poi crolla, permettendo all'elvetico di forzare la sfida al quinto set.

Nel parziale decisivo non c'è storia, Stan ha una marcia in più mentre Murray appare nervoso e scoraggiato: lo svizzero è perfetto, sale 5-0 con tre break e poi, dopo il punto di Murray, chiude sul suo turno di servizio per il definitivo 6-1. Wawrinka conquista la quarta finale in un torneo dello Slam, la seconda a Parigi: finora ha sempre vinto quando c'era in palio il titolo.

NADAL, PROVA DI FORZA

Prova di forza di Rafa Nadal che travolge in tre set 6-3, 6-4, 6-0 in appena due ore e 10 minuti l'austriaco Dominic Thiem e vola in finale al Roland Garros dove sfiderà lo svizzero Stan Wawrinka: sarà la decima finale a Parigi per il mancino di Manacor che va a caccia del decimo successo in carriera all'ombra della Tour Eiffel (campione nel 2005, '06, '07, '08, 2010, '11, '12, '13, '14). Un successo nettissimo di Rafa in una sfida, quella con l'austriaco, che prometteva maggior equilibrio anche perchè entrambi arrivavano all'appuntamento senza aver perso alcun set nel torneo e Nadal era reduce dalla sconfitta nei quarti di finale a Roma proprio contro Thiem.

L'avvio di match è per l'austriaco che centra subito il break, poi però Nadal si riprende, infila quattro game e difende il servizio per il 6-3. Nel secondo set a Rafa basta un break nel terzo game per salire 2-1 e poi difendere il turno di battuta per chiudere 6-4. Senza storia il terzo parziale dove il maiorchino annichilisce Thiem con un secco 6-0 in appena 31 minuti. Per l'austriaco l'avventura al Roland Garros si ferma in semifinale per il secondo anno di fila mentre Rafa torna in finale tre anni dopo l'ultima volta: di fronte avrà Wawrinka contro il quale ha uno score stra favorevole (15 vinte e 3 perse, 5-1 sulla terra, unica sconfitta nel 2015 al Foro Italico) ma lo svizzero nelle finali Slam si trasforma visto che ha vinto tutte le tre giocate, compresa quella del 2015 al Roland Garros.

TAGS:
Tennis
Roland garros
Semifinale
Wawrinka
Murray

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X