Australian Open: clamoroso a Melbourne, Djokovic è già fuori. Nadal avanti

Al secondo turno il serbo si arrende all'uzbeko Istomin, Rafa piega Baghdatis. Nel torneo femminile Serena Williams approda al terzo turno

Djokovic, foto AFP

Clamoroso agli Australian Open. Novak Djokovic, numero due al mondo e sei volte campione a Melbourne, è stato eliminato al secondo turno dall'uzbeko Denis Istomin che si è imposto in cinque set (7-6, 5-7, 2-6, 7-6, 6-4) dopo quasi 5 ore di gioco. Il ko di Djokovic è epocale: Nole non perdeva al secondo turno di uno Slam dal 2008, quando a Wimbledon si arrese a Safin. Avanza Nadal. Nel torneo femminile Serena Williams approda al terzo turno.

Quella di Istomin è una vittoria davvero storica perché interrompe il dominio di Re Nole (vincitore delle ultime due edizioni degli Australian Open) e di fatto apre la crisi del serbo che aveva mostrato di essere in calo già nella seconda parte del 2016, poi concluso con la perdita dello scettro di numero uno al mondo. "Denis ha meritato di vincere, ha giocato bene nei punti importanti - le parole di Djokovic che a fine partita commenta il ko con Istomin -. Non posso non fargli i miei complimenti. E' stata una partita lunga, non sono riuscito a tenere la giusta intensità". A destare sconcerto tra gli spettatori della Rod Laver Arena è stato soprattutto il quinto e decisivo set nel quale Nole è apparso visibilmente affaticato: il successo di Istomin, che ha fatto del servizio la sua arma migliore, arriva dopo 4 ore e 50 minuti di battaglia e appare meritato. Nelle altre partite del singolare maschile nessun problema per Milos Raonic, semifinalista lo scorso anno, che si libera in tre set del lussemburghese Gilles Muller battendolo 6-3, 6-4, 7-6. Ora se la vedrà con il francese Gilles Simon, un altro avversario da prendere con le molle. Qualificazione al terzo turno in scioltezza per il 37enne Ivo Karlovic che elimina con un triplo 6-4 l'australiano Andrew Whittington: il prossimo avversario sarà il belga David Goffin, reduce dal successo in tre set contro il ceco Radek Stepanek (6-4, 6-0, 6-3).

Missione compiuta per Rafa Nadal che batte in scioltezza il cipriota Marcos Baghdatis, finalista nel 2006 a Melbourne: lo spagnolo, che si è imposto in tre set col punteggio di 6-3, 6-1, 6-3, affronterà ora il 19enne tedesco Sascha Zverev. Un avversario dal futuro promettente e che ha già messo in grande difficoltà Nadal lo scorso anno a Indian Wells: il maiorchino vinse una partita soffertissima durante la quale dovette annullare anche un match point.

Nel torneo femminile prosegue sicura la marcia di Serena Williams che, dopo avere eliminato all'esordio la svizzera Belinda Bencic, fa fuori in due set anche la ceca Lucie Safarova (6-3, 6-4). Ora per la statunitense, alla caccia del suo settimo trionfo nello Slam australiano, ci sarà il derby con la connazionale Nicole Gibbs, numero 92 al mondo. E' già arrivata al capolinea, invece, la corsa di Agnieszka Radwanska: la polacca, numero 3 nel ranking, è stata eliminata al secondo turno dalla croata Mirjana Lucic-Baroni con un netto 6-3, 6-2. Tutto facile anche per Karolina Pliskova che conferma di essere in grande forma: la ceca approda al terzo turno concedendo solo due game in 59 minuti alla 18enne russa Anna Blinkova e ora se la vedrà con la lettone Jelena Ostapenko. Avanzano anche la slovaca Dominika Cibulkova (che piega in due set la cinese di Taipei Su-Wei Hsieh) e la britannica Johanna Konta che si libera facilmente della giapponese Naomi Osaka. Convincente vittoria, infine, per Caroline Wozniacki che rifila un secco 6-1, 6-3 alla croata Donna Vekic.

TAGS:
Tennis
Australian open
Djokovic

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X