Coppa Davis: Seppi ko, Berlocq porta avanti l'Argentina

Il sudamericano batte 3-1 in rimonta l'altoatesino nella gara d'apertura, Italia sotto 1-0

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Seppi, Foto Afp

Parte col piede sbagliato l'avventura dell'Italia in Coppa Davis 2014. Andreas Seppi perde 3-1 la gara d'apertura con Carlos Berlocq, valida per il primo turno del World Group e di scena sulla terra rossa del Patinodromo di Mar Del Plata: 4-6, 6-0, 6-2, 6-1 il punteggio in favore dell'argentino, che porta la sua nazionale avanti 1-0. A Fabio Fognini, che sfiderà Juan Monaco, il compito di provare a ristabilire la parità.

L'Argentina, davanti ai propri tifosi, si conferma un cliente non facile, nonostante l'assenza della stella Martin Del Potro. E pensare che Seppi era partito alla grande, vincendo i primi quattro game e aggiudicandosi poi senza affanni il set d'apertura.
A quel punto il blackout per l'altoatensino, che nell'unico precedente contro Berlocq (Eastbourne, 2012) era uscito vincitore: il sudamericano, numero 43 del ranking Atp, realizza un parziale di 18 giochi a 3 e chiude la contesa dopo due ore e 36 minuti di gioco: il primo singolare è dell'Argentina.

FOGNINI CI REGALA IL PAREGGIO
Ci pensa Fabio Fognini a raddrizzare la situazione nel primo turno di Coppa Davis 2014, che vede l'Italia opposta all'Argentina. Dopo la sconfitta di Seppi contro Berlocq nella gara d'apertura, al Patinodromo di Mar del Plata il tennista ligure è riuscito ad avere la meglio in tre set di Juan Monaco: 7-5, 6-2, 6-2 il nettissimo successo di Fognini, che porta così sull'1-1 il risultato complessivo.

Gara di totale controllo per il nuovo numero 15 del mondo, che soffre qualcosa solo nel primo set e poi dilaga senza problemi, concedendo a Monaco solo le briciole. Sabato alle 17 sarà la volta del doppio: Bolelli e Volandri scenderanno in campo contro Schwank e Zeballos per cercare di regalare ai colori azzurri il punto del 2-1.

TAGS:
Tennis
Coppa davis
Argentina Itaia
Berlocq Seppi

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento