Superbike Thailandia, Rea centra la pole position

Sykes alle sue spalle per 3 millesimi, lontane le Ducati: Melandri cade ed è 7°, Davies solo 9°

di DANIELE PEZZINI

Rea, Twitter

Jonathan Rea partirà davanti a tutti in Gara 1 in Thailandia, seconda tappa del mondiale Superbike 2018. Il campione del mondo centra la pole in 1'32''814, regolando l'altra Kasawaki del compagno di team Sykes per soli 3 millesimi. In prima fila con loro la Honda di un sempre più sorprendente Camier. Male invece le Ducati, Melandri cade e chiude con il 7° tempo, addirittura 9° Davies: entrambe le Panigale ufficiali scatteranno dunque in terza fila.

Il tracciato di Buriram si conferma dunque poco benevolo con le Rosse di Borgo Panigale. Rea replica la strepitosa Superpole del 2017 strappandola per un soffio a Sykes, che già assaporava la possibilità di diventare il miglior poleman della storia delle derivate di serie. Lo fa con un ultimo giro di rabbia e potenza, da chi vuole mettere in chiaro di essere arrivato in Thailandia per vincere e riprendersi ciò che gli era sfuggito a Phillip Island.

Due Kawasaki nei primi due posti, però, non fanno notizia quanto lo strepitoso terzo tempo con cui ha agguantato la prima fila un eccezionale Leon Camier. Il britannico guida la CBR1000 come fosse la sua moto da sempre e si conferma una delle grandi sorprese di questo inizio stagione.

Scatteranno in seconda fila la MV Agusta di Torres, la Ducati del team Barni di un ancora bravissimo Xavi Forés e la Yamaha di Alex Lowes. Dovrà invece accontentarsi di aprire la terza fila il leader del mondiale Marco Melandri. Il ravennate scivola proprio nel finale, quando stava per completare il suo miglior giro, non riuscendo a migliorare il suo 1'33''103. Macio, in ogni caso, è sembrato in grado di lottare con le ZX-10RR per tutto il turno di qualifica, al contrario del compagno di team Davies (9° a + 0''334), che ancora non sembra aver trovato il pieno feeling con la Panigale.

Tra i due ducatisti si piazza l'Aprilia di Laverty, mentre partirà in 11esima posizione quella del rientrante Savadori, bravissimo a entrare in Superpole 2 nonostante la clavicola ancora dolorante dopo la frattura rimediata in Australia.

TAGS:
Superbike
Superpole
Buriram
Thailandia
Qualifiche

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X