Superbike, Sykes beffa Davies e la Ducati

L'inglese della Kawasaki è il migliore al termine della prima giornata di libere. Bene la Honda, risalgono Giugliano e Savadori

di ALBERTO GASPARRI

La Kawasaki si riprende la vetta della classifica Superbike al termine della seconda sessione di prove libere di Aragon. E' Tom Sykes a beffare il ducatista Davies, chiudendo in 1'50"712, miglior crono e quasi quattro decimi davanti al gallese. La Honda si conferma terza, ma con van der Mark, mentre risalgono Giugliano, quarto, e Savadori, che porta l'Aprilia al quinto posto. Il campione Rea è sesto davanti ad Hayden e alla MV Agusta di Camier.

Il sogno della Ducati è durato lo spazio di una sessione, poi la Kawasaki si è ripresa quello che sembra spettarle di diritto. Di certo, però, non si tratta di un predominio, visto che Sykes soltanto nel finale ha tolto dalla vetta Davies, comunque è apparso veloce in ogni condizione. Alla fine il distacco è consistente, ma non abbastanza da preoccupare in vista delle due gare, che porteranno il Mondiale a toccare quota 700 manche dalla sua nascita, ormai 28 anni fa. Piuttosto, verdi e rosse dovrebbero guardarsi le spalle, perché la Honda sta risalendo la china dopo anni in ombra. Van der Mark è scatenato e si è confermato come terza forza di questa prima giornata di prove. Peccato solo che Hayden, terzo al mattino, sia caduto (come Abraham), perdendo tempo prezioso. Sorride finalmente l'Italia dei piloti. Davide Giugliano ha risolto i problemi iniziali e si è piazzato alle spalle dei primissimi, portando con sé anche Lorenzo Savadori e l'Aprilia. Bravo, comunque, anche il sammarinese Alex de Angelis, che ha superato i controlli medici dopo l'operazione al braccio e poco per volta sta tornando ai suoi livelli. Chi sembra soffrire, invece, è la Yamaha, che non è riuscita a fare meglio del 10° tempo con Lowes e del 14° con Guintoli.

LA CLASSIFICA COMBINATA DELLE LIBERE

TAGS:
Superbike
Aragon
Ducati
Davies
Kawasaki
Rea
Sykes
Giugliano
MV Agusta
Hayden
Honda

Argomenti Correlati