Superbike, Rea concede il bis a Portimao

Il britannico vince anche gara-2 e vede il titolo. Sul podio van der Mark e Melandri, Davies a terra

di ALBERTO GASPARRI

Jonathan Rea è rimasto inavvicinabile per tutti anche in gara-2 del Mondiale Superbike a Portimao. Sul tracciato portoghese il pilota della Kawasaki, ormai a un passo dal titolo, ha rimontato dalla terza fila e si è involato verso il secondo successo del weekend. Agli altri solo le briciole, con van der Mark (Yamaha) e Melandri (Ducati) sul podio nell'ordine. A terra a tre giri dalla fine, invece, l'altra Panigale di Davies quando era secondo.

Nemmeno l'inversione della griglia ha potuto fermare Rea, che nonostante fosse partito dalla nona casella, ha tagliato il traguardo del primo giro davanti a tutti passando senza troppa fatica anche le due Ducati. Un'impressionante dimostrazione di forza ribadita dopo il trionfo a mani basse di 24 ore prima. Adesso il britannico aspetta solo di poter festeggiare il suo terzo titolo consecutivo: a tre prove dal termine ha 120 punti di vantaggio sull'assente Sykes, che resta il primo degli inseguitori. Non sarà facile, ma potrebbe laurearsi campione aritmeticamente già a Magny-Cours.

Gli altri gli hanno comunque reso la vita facile. Soprattutto Chaz Davies, che ha gettato un secondo posto quanda stava navigando in acque tranquille. Un errore inspiegabile, che conferma come non sia all'altezza di Rea. Un po' di spettacolo l'hanno regalato i piloti alle sue spalle. Marco Melandri ha dovuto lottare con il coltello tra i denti per liberarsi di Eugene Laverty, ma quando ci è riuscito Michael van der Mark era ormai lontano. Così, niente podio. Tra i delusi, anche Alex Lowes e Xavi Fores, entrambi finiti a terra a metà gara (lo spagnolo è poi ripartito e ha chiuso 13°), e Leon Camier, partito dalla pole, ma tradito ancora dal motore della sua MV Agusta. Subito giù, invece, Raffaele De Rosa.

Qualche sorriso per Jordi Torres e Lorenzo Savadori, rispettivamente quinto e sesto, ma anche per Mercado, West, Badovini e Takahashi, che hanno chiuso la Top 10. A punti anche Andreozzi, 12°, e Russo, 14°.

Oltre a Sykes, non ha preso il via anche Stefan Bradl a causa di un infortunio al polso destro dopo la caduta in gara-1. Insomma, in casa Honda quest'anno più che piovere, diluvia sul bagnato.

TAGS:
Superbike
Portimao
Rea
Davies
Melandri
Ducati
Aprilia
Kawasaki
MV Agusta
Camier
Takahashi

Argomenti Correlati

VOTATE

Sbk, Rea vince solo per mancanza di avversari?

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X