Superbike, Rea chiude davanti a tutti le libere 3 di Brno

Il venerdì che precede il settimo appuntamento del Mondiale si conclude con il nordirlandese primo: seconda l'Aprilia di Savadori, terza la Ducati di Melandri

Era partito non al massimo, poi si è scatenato: Jonathan Rea continua a dettare la sua legge nella Superbike in vista della tappa di Brno del Mondiale: nell'ultima sessione il tre volte Campione ha fatto registrare un crescendo cronometrico concluso con un eccezionale 1’59″403 che lo ha confermato in vetta. Alle sue spalle gli unici tre piloti sotto la barriera dei 2': Savadori (1’59″830), Melandri (1’59″880) e Van der Mark (1’59″978).

“Non è normale avere il successo che abbiamo avuto, ma penso che la mia motivazione sia così alta da farla andare avanti”: lo aveva detto Jonathan Rea alla vigilia, lo ha confermato una volta salito in sella alla sua Kawasaki. Rea infatti ha concluso al comando le tre sessioni di prova del settimo round del Mondiale Superbike a Brno. Dopo l'avvio “lento” sotto la pioggia nella prima sessione, il tre volte campione ha ristabilito la sua legge, ottenendo nel finale di sessione (appena sei minuti) i tre giri più veloci dell’intera giornata: prima 1’59″448, poi 1’59″446 e infine 1’59″403. Oltre a Rea, soltanto altri tre piloti sono scesi sotto la barriera dei 3' nelle libere-3: si tratta di Lorenzo Savadori, 1’59″830, Marco Melandri 1’59″880 e Michael van der Mark, 1’59″978.

E non si vede chi possa insidiare il primato di Rea: Sykes con l’altra Kawasaki nell'ultima sessione ha fatto registrare un non entusiasmante 2’00″053 (quinto tempo), Rinaldi (Ducati Panigale) dopo la buona partenza del mattino si è attestato sui 2'00”191 (chiudendo sesto). Se Honda e BMW hanno avuto il permesso di spostare il limitatore a 14.950 giri, la differenza di prestazione rispetto alle precedenti uscite è stata impalpabile, ed è fuori dubbio che Rea e Kawasaki restino una spanna più avanti di tutti. Da notare che anche la terza sessione è stata fermata a lungo, per pulire la pista inondata d’olio alla curva cinque, complice il cedimento del propulsore Ducati sulla Panigale di Michael Rinaldi.

TAGS:
Superbike
Brno
Rea
Ducati
Melandri
Sykes
Davies
Aprilia
MV Agusta

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X