Superbike Qatar, Rea resta imprendibile nelle Libere 2

Lowes si infila al 2° posto tra le due Kawasaki di Johnny e Sykes, lontane le Ducati di Davies (4°) e Melandri (7°)

di DANIELE PEZZINI

Jonathan Rea resta il pilota più veloce anche dopo la seconda sessione di libere a Losail, nel round che chiuderà la stagione Superbike. Il pilta Kawasaki, già campione del mondo, non ha migliorato il tempo della FP1 (1'57''666), ma ha ugualmente tenuto dietro la Yamaha di un ottimo Alex Lowes (+ 0''259) e l'altra Verdona di Sykes (+ 0''299), a lungo ai box per un guasto. Restano lontane le Ducati con Davies 4° (+ 0''470) e Melandri 7° (+ 1''005).

Johnny non è dunque riuscito a battere se stesso, ma ha comunque mantenuto la vetta della classifica dei tempi, cominciando nel migliore dei modi il weekend che chiuderà l'annata del suo terzo trionfo iridato consecutivo. Per il nordirlandese gli obiettivi sono tutti nei numeri: staccare Troy Bayliss per numero di round vinti (ora sono appiati a quota 52) e accorciare sul recordman Carl Fogarty. Con una doppietta, tra l'altro, batterebbe anche il record di punti in una stagione che dal 2002 appartiene a Colin Edwards (552).

Alle sue spalle è spuntata la R1 di un ottimo Alex Lowes, a conferma dei grandi progressi fatti dalla Yamaha in questo finale di stagione (5° tempo per il compagno Van der Mark). Scivola invece al terzo posto l'altra ZX-10R di Tom Sykes, che era subito alle spalle di Rea nella FP1. Il pilota inglese, che nel weekend si giocherà il secondo posto mondiale con Davies, ha dovuto fare i conti con un grosso guaio tecnico a una decina di minuti dal via della sessione: il motore della sua ZX-10R è andato in fumo, costringendo la direzione gara a sventolare le bandiere rosse e interrompere tutto per ripulire l'asfalto. Per lui, alla fine, solo 4 giri.

Le Ducati restano lontane dai tempi migliori: Chaz Davies ha accorciato le distanze rispetto alle prime libere, ma rimane comunque a quasi mezzo secondo dal rivale, mentre Melandri ha accusato più di un secondo non riuscendo a far meglio della Panigale del team Barni di Xavi Forés (6° a + 0''877). 

In top 10 anche la BMW di Torres e le due Aprilia di Laverty e Savadori. Sfortunatissimo l'italiano, caduto due volte mentre stava per completare il suo miglior giro e alla fine non in grado di migliorare il crono della FP1. De Rosa ha chiuso col 13° tempo dietro alla MV Agusta di Camier, mentre Andreozzi (Yamaha) e Giugliano (Honda) non sono andati oltre il 15° e 16° tempo. Ultimo Roberto Rolfo, sostituto di Badovini sulla Kawasaki del team Grillini.

Superbike Qatar, Rea resta imprendibile nelle Libere 2

TAGS:
Superbike
Losail
Qatar
Libere

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X