Superbike Qatar, Rea: "Incredibile aver superato Bayliss"

Melandri ammette: "Mi sono accontentato", Davies: "Buono aver allungato su Sykes in classifica"

Jonathan Rea non frena l'entusiasmo dopo il trionfo in Gara 1 in Qatar, che lo ha fatto volare al secondo posto nella classifica all-time per numero di round vinti, scavalcando Troy Bayliss a quota 53: "Era un idolo per me, un eroe. Averlo sorpassato è incredibile. La gara? Non mi sono mai rilassato un attimo". Melandri, invece, ha ammesso di non aver voluto rischiare una volta raggiunto il 3° posto: "Ho preferito accontentarmi".

Johnny ha raccontato così la sua giornata a Losail: "Dopo Jerez avevo realizzato quanti progressi io abbia fatto nella mia carriera, quando mi hanno paragonato a Troy per averlo raggiunto. Stasera mi sono proprio goduto la pista e la gara in notturna. Kawasaki mi ha dato una moto eccezionale, io spero che la gente apprezzi ciò che ho fatto perché non mi sono mai rilassato un attimo".

Davies, dal canto suo, bada al sodo, dopo il 2° posto: "La cosa più importante è aver allungato su Sykes in classifica, ma la gara è stata davvero dura. È tutto il weekend che siamo senza grip sia in ingresso che in uscita di curva. Sono contento per i punti e rimango concentrato per Gara 2".

Gara in difesa anche per l'altra Ducati di Melandri: "All'inizio faticavo tantissimo, mi mancava grip al posteriore e non riuscivo ad essere abbastanza incisivo per sorpassare. Quando anche gli altri sono calati mi sono avvicinato un po', ma nel finale l'anteriore soffriva tanto perché l'avevo sforzato troppo in avvio. Ho preferito accontentarmi e non rischiare, ho pensato che il terzo posto dopo un weekend così andava bene".

TAGS:
Superbike
Qatar
Losail
Gara 1
Interviste

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X