Superbike Qatar, Rea domina e trionfa anche in Gara 2

Chiusura da record per il pilota Kawasaki, la Ducati di Davies blinda il 2° posto mondiale

di DANIELE PEZZINI

Jonathan Rea trionfa anche in Gara 2 in Qatar e chiude con la vittoria numero 16 il mondiale Superbike 2017. Il campione del mondo replica il dominio di venerdì, tenendosi dietro ancora una volta la Ducati di Chaz Davies. Il gallese, comunque, blinda il 2° posto mondiale, complice la caduta in avvio dell'altra Kawasaki di Tom Sykes. Sul podio anche la Yamaha di Alex Lowes, solamente 6° Marco Melandri con l'altra Panigale.

I numeri non sono tutto, ma aiutano a farsi un'idea del dominio totale del nordirlandese. Non solo, infatti, Jonathan ha infranto il record di punti in una singola stagione che dal 2002 apparteneva a Colin Edwards (556 contro i 552 dell'americano), ma ha anche sgretolato il primato per il maggior distacco dal secondo in classifica che durava addirittura da 26 anni. I 153 punti con cui ha surclassato Chaz Davies superano i 150 che separarono Doug Polen da Raymond Roche nel 1991. Come ciliegina sulla torta Johnny è anche riuscito a battere se stesso: le 16 vittorie e i 24 podi totali del 2017 migliorano il "14 + 23" del suo già incredibile 2015.

Chaz è stato un lottatore, ha dovuto battagliare con la sfortuna (vedi la caduta di Misano) e con una Panigale non sempre facilissima da gestire. Anche nell'ultima manche della stagione ha rischiato, salvando la moto per un pelo quando era solo in testa dopo una partenza super. Il 2° posto finale è una consolazione forse magra, ma contro un Rea così c'era davvero poco da fare. Chi si è arreso nel peggiore dei modi, invece, è stato Tom Sykes: la scivolata dopo pochi giri è l'emblema di un'annata non certo esaltante per lui, specialmente se paragonata a quella del compagno di team.

Il bilancio finale può essere certamente positivo per le Yamaha, con Alex Lowes che riscatta la clamorosa doppia caduta di Gara 1 con un bel terzo posto subito davanti all'altra R1 di Van der Mark

Deludente, invece, il 6° posto finale (alle spalle della Ducati del team Barni di Forés) con cui si è chiusa la stagione del ritorno alle corse di Marco Melandri: il ravennate ha vissuto un annata tra alti e bassi, con molti podi (13), ma una sola vittoria. Sicuramente il suo giudizio è rimandato al 2018, quando un feeling consolidato con la Ducati e con i tracciati del mondiale permetteranno di valutare meglio anche le sue prestazioni.

Nella top 10 della manche conclusiva del 2017 hanno chiuso anche Laverty (Aprilia), Guintoli (Kawasaki Puccetti), Camier (MV Agusta) e Ramos (Kawasaki Go Eleven). Sfortunatissima la gara di Lorenzo Savadori, costretto al ritiro per un problema tecnico. Non ha neanche preso il via, invece, Davide Giugliano, colpito da una gastroenterite acuta.

TAGS:
Superbike
Qatar
Losail
Gara 2

Argomenti Correlati

CLICCATE E VOTATE

Superbike: chi potrà fermare Rea nel 2018?

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X