Superbike, paura a Imola: Laverty si schianta e l'Aprilia prende fuoco

Pauroso incidente durante gara-1, ma nessuna conseguenza per il pilota irlandese

Attimi di paura a Imola, durante gara-1 del Mondiale Superbike. Laverty è stato infatti vittima di un pauroso incidente. Il britannico dell'Aprilia si è toccato con la Yamaha di Lowes nella discesa della Rivazza e ha perso il controllo della sua RSV4, andatasi a schiantare sulle barriere e prendendo fuoco. Per fortuna nessuna conseguenza per Eugene, ma gara sospesa con 6 giri di anticipo.

"Sono stato fortunato perché non ho avuto alcun problema. Lowes mi ha preso la linea e non potevo più andare da nessuna parte. E' successo in una zona pericolosa, anche se credo si sia trattato di un incidente di gara. Però dopo il contatto non avevo più la leva del freno e non potevo fermarmi", ha raccontato Laverty.

SUPERSTOCK 1000: PAURA PER TUCCI

Andrea Tucci è stato vittima di una brutta caduta durante le qualifiche della Superstock 1000. Il pilota italiano è stato ricoverato all'Ospedale Maggiore di Bologna, dove si trova in condizioni stabili in seguito a un trauma toracico. I medici gli hanno riscontrato una contusione a un polmone, un piccolo pneumotorace, ematoma al fegato e fratture a costole, omero del braccio destro (scomposta) e al quinto metacarpo della mano destra.

TAGS:
Superbike
Laverty
Imola
Yamaha
Aprilia
Lowes

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X