Superbike, Melandri conquista la Superpole ad Aragon

Il ducatista beffa Rea e Sykes nel finale, caduta per Davies

Marco Melandri ha messo in chiaro che ad Aragon, terzo round del Mondiale Superbike, è pronto a fare il bis di Phillip Island, cancellando Buriram. Il ravennate della Ducati ha conquistato la Superpole spagnola con il tempo di 1'49"543, beffando nel finale le Kawasaki di Rea e Sykes, staccate di un niente. Quarto il privato Xavi Fores, mentre Chaz Davies partirà solo 11° a causa di una caduta nelle fasi clou delle qualifiche.

Melandri ha confermato di essere pronto a dare battaglia su una pista che gli piace e dove la Ducati può rovinare i piani della Kawasaki. Macio, però, dovrà vedersela da solo contro Jonathan Rea e Tom Sykes perché Chaz Davies non sembra essere troppo a suo agio sui saliscendi di Aragon. Il volo nella SP2 lo ha confermato. Oltretutto dovrà farsi largo in una eventuale tra gente tosta come Alex Lowes e Michael van der Mark, un Jordi Torres che ha rimesso le ali alla MV Agusta e Leon Camier con la migliore Honda. Un plauso anche a Michael Ruben Rinaldi, al debutto tra i grandi con la Ducati ufficiale del team junior: il suo ottavo tempo promette molto bene. Non lo stesso si può dire di Davide Gugliano, solo 14° anche se non troppo distanze dall'altra Aprilia di Lorenzo Savadori, 10°.

TAGS:
Superbike
Aragon
Melandri
Sykes
Rea
Ducati
Davies
Aprilia
Kawasaki
Savadori

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X