Superbike, le pagelle di Laguna Seca

Davies doppia Giugliano, Sykes batte Rea e l'altra Italia rialza la testa

di GIULIO RANGHERI

Superbike, le pagelle di Laguna Seca

CHAZ DAVIES: 10 – Pole, vittoria in entrambe le manche e giro veloce. Un totale di 50 giri percorsi in testa su 25+25 previsti per le due gare. In pratica il suo è stato un dominio assoluto. Lo ha costruito dalle prove, mettendo a punto perfettamente una Ducati che è in continua crescita mo non è –ancora- la migliore del lotto. Grande professionista e gran talento. Ha guadagnato una posizione nella classifica generale e Sykes non è troppo lontano. In Kawasaki dovranno fare gioco di squadra per arginare la sua rimonta verso il platonico titolo di vicecampione del mondo.

DAVIDE GIUGLIANO: 4 – Deve darsi una calmata e farlo alla svelta. In gara1 porta a casa un buon quarto posto. In gara2 nel tentativo di tenere il passo dei primi tre con una Ducati meno a punto di quella del suo compagno di squadra, rimedia un volo terrificante. Ammesso che il coraggio sia, motociclisticamente parlando, una qualità, l’incoscienza è un difetto pericolosissimo. Per fortuna le conseguenze della caduta per Davide sono state minime, ma deve riuscire a lavorare più proficuamente nelle prove e ad accontentarsi in gara quando non si può fare altrimenti. Ne va della sua incolumità.

TOM SYKES: 8 – Con due secondi posti consolida la posizione alle spalle di Rea in classifica generale e si dimostra un combattente di razza. Non è una novità, ma è bravo a tenersi il compagno di squadra alle spalle in entrambe le manche con la grinta e la sua gran staccata . Risultato importante per recuperare credibilità all’interno del team e fiducia in se stesso.

JONATHAN REA: 7 – E’ Due terzi posti rappresentano per lui il week end peggiore dall’inizio del campionato. Solo questo basterebbe a definire la grandezza della sua stagione. In gara appare più veloce di Sykes, soprattutto nelle prima manche, ma non affonda mai il sorpasso. Il grande vantaggio in classifica e la pericolosità del tracciato di Laguna lo inducono a ragionare e Rea lo fa benissimo. Forse vincerà il Mondiale già a Sepang, forse a Jerez, di certo sarà un titolo meritatissimo.

LEON HASLAM: 5 – Un quinto e una caduta gli costano la terza posizione nella classifica generale. Pasticcia con la scelta di gomme in gara1 e non riesce a precedere il suo debuttante compagno di squadra, per la prima volta impegnato al Mazda Raceway, in gara2. Pur con la scusante di un problema tecnico che gli ha sottratto diversi minuti di prove sabato è troppo poco per la prima guida di una Casa come Aprilia. Così diventa difficile persino stabilire l’esatto potenziale della moto di Noale. A Sepang ci sarà di nuovo Biaggi; chissà se servirà a dargli una scossa come è successo a Misano.

JORDI TORRES: 7 – Deve crescere ed imparare e a Laguna l’ha fatto con una velocità insolita per lui. Le curve del tracciato californiano si sono ben adattate al suo stile di guida scorrevole e pulito e con un quinto e un quarto posto ha salvato il salvabile in casa Aprilia. Jordi è stato bravo anche in qualifica, riuscendo ad agguantare la terza posizione. Chissà se avrà finalmente trovato il feeling conn la gomma da tempo che cerca dall’inizio dell’anno. I segnali positivi ci sono; attendiamo conferme.

BADOVINI, CANEPA, VIZZIELLO: 8 – Tutti e tre, per quello che le rispettive dotazioni tecniche e qualità permettono, si sono tolti belle soddisfazioni in California. Peccato che la regia internazionale non ce li abbia fatti vedere; avrebbero meritato che si potesse sottolineare quanto di buono stavano facendo. Speriamo che continuino così, nel qual caso ci sarà sicuramente occasione di vederli in azione.

TAGS:
Superbike
Laguna Seca
Giulio Rangheri
Rea
Sykes
Ducati
Giugliano
Davies

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X