Superbike, le pagelle di Aragon: Davies meglio di Rea

Sykes è in crisi psicologica, disastro Guintoli e Honda

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

GIULIO RANGHERI

Superbike, le pagelle di Aragon: Davies meglio di Rea

Chaz Davies - 9
Ha il merito di crederci, nonostante le disavventure in Thailandia. Stessa aggressività mostrata al Chang Circuit, stessa staccata fulminante, ma anche un briciolo di pazienza in più che gli permette di non forzare i tempi e di rischiare solo quando davvero necessario. Con la vittoria di Gara2 interrompe il digiuno più lungo nella storia Ducati in SBK; ben 58 gare.

Jonathan Rea - 8,5
Sulla pista dove Kawasaki effettua tutti i suoi test ottiene un primo ed un secondo posto. Manca la doppietta per merito di Davies, ma anche per condizioni fisiche imperfette (raffreddore) e per calcolo. Cercare di stare davanti al ducatista in Gara2 comportava rischi troppo elevati. Rafforza il primato in classifica, si conferma talentuoso e intelligente, ma non è imbattibile. Per fortuna nostra e del Campionato.

Leon Haslam - 6,5
Cerca di limitare i danni in Gara1 quando l'asfalto freddo penalizza il rendimento dell'Aprilia e si rinfranca con un podio nella seconda manche. La colpa grave è quella di non avere nemmeno abbozzato un tentativo di sorpasso su Rea in Gara2. Per battere il nord-irlandese e recuperare punti in campionato deve correre col coltello tra i denti. Ieri non lo aveva.

Tom Sykes - 5
Tira fuori gli artigli in qualifica agguantando la pole e ci illude che possa essere l'occasione per rivedere il miglior Sykes. Invece durante la corsa è sempre in difficoltà rispetto al suo compagno Rea e in Gara2 paga il tentativo di restare col gruppo di testa con una brutta caduta. È in crisi, forse più psicologica che tecnica. Urge un pronto riscatto prima che la situazione si incancrenisca.

Guintoli e Honda - 4
Il Campione del mondo in carica e la più grande Casa motociclistica al mondo stanno collezionando solo piazzamenti nel secondo gruppo e cadute. Di sicuro la moto è un progetto vecchio. È altrettanto vero che le evoluzioni arrivano tardi e col contagocce, ma Sylvain non riesce quasi mai a fare la differenza col suo giovane e inesperto, in quanto debuttante in SBK, compagno di squadra Michael Van Der Mark. Urge una sveglia per moto e pilota. I mezzi non mancano ad entrambi.

TAGS:
Superbike
Aragon

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X