Superbike, Davies e la Ducati vincono gara-1 a Laguna Seca

Piegate le Kawasaki di Rea e Sykes. Melandri quarto al traguardo

di ALBERTO GASPARRI

Chaz Davies e la Ducati hanno onorato al meglio la livrea tricolore presentata a Laguna Seca, vincendo gara-1 dell'ottavo round del Mondiale Superbike. In California il gallese ha piegato la resistenza delle Kawasaki, battendo Rea, secondo e sempre leader del campionato, e Sykes, terzo al traguardo. Quarto, ma staccato, Melandri con l'altra Panigale. Alle sue spalle Fores (Ducati) e Camier (MV Agusta). Caduti Laverty e Lowes.

E pensare che meno di un mese fa Davies era sdraiato sull'asfalto di Misano, investito proprio da Jonathan Rea. In tre settimane ha fatto una piccola impresa ed è andato a vincere su una delle piste più difficili e pericolose. Lo ha fatto battendo un avversario che non lo ha mollato fino all'ultima curva. Poco male per Rea visto che ha comunque guadagnato quattro punti sul suo più immediato inseguitore in classifica. Certo, per il titolo la faccenda pare chiusa a favore del nordirlandese, ma di sicuro un Davies così gli renderà la seconda parte di stagione molto difficile.

Il sogno di Tom Sykes, invece, è durato circa metà gara. Prima ha tentato di scappare, poi Davies e Rea lo hanno passato all'unisono al "Cavatappi" e per il poleman non c'è più stato niente da fare. In quel momento, intanto, Marco Melandri aveva già alzato bandiera bianca, sfiancato da un ritmo troppo veloce per lui dopo aver provato a rimanere agganciato ai primi tre nei giri iniziali. Ci si aspettava di più da Macio, reduce dal successo al "Santamonica". che ha invece incassato 17" dal vincitore con la sua stessa moto. Si potrà consolare con la pole sulla griglia rovesciata di gara-2.

Dietro ai fantastici quattro, o meglio due più due, c'è stato il vuoto. Nella lotta tra gli umani l'ha spuntata, come spesso gli accade, Xavi Fores con la Ducati di Barni. Poi un nugolo di outsider con Camier (MV Agusta), Torres (Bmw), van der Mark (Yamaha), e le Aprilia di Mercado e Savadori nell'ordine. Peccato per Eugene Laverty, caduto con l'altra RSV4 mentre era in lotta per la quinta piazza proprio con Fores. E' durata pochi giri anche la gara di Lowes, finito a terra con la migliore delle Yamaha in qualifica. Qualche punto per Raffaele De Rosa e Alex De Angelis, finiti nel panino delle Honda di Bradl e Gagne e della Kawasaki di Ramos.

TAGS:
Superbike
Laguna Seca
Davies
Rea
Sykes
Melandri
Laverty
Ducati
Kawasaki
Aprilia
MV Agusta
Gagne
Savadori

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X