Superbike, Assen: Rea vince una gara-2 pazza

Il meteo spezza in due la corsa. La spunta il pilota britannico davanti a Sykes

di NICCOLO' DE CAROLIS

Gara-2 pazza ad Assen con il bagnato che poi diventa asciutto e costringe i piloti a cambiare gomme a metà gara. Alla fine la spunta Jonathan Rea che batte in duello il suo compagno di squadra Tom Sykes. Le Kawasaki azzeccano la strategia migliore andando per primi ai box e riescono a battere Honda e Ducati. Terzo van der Mark che centra il podio in casa. Grande quarto posto per il debuttante Savadori, Davies quinto. Giugliano ancora in difficoltà chiude ottavo.

Il tempo in Olanda continua a torturare i piloti cambiando di continuo le condizioni della pista. Dopo la grandine della mattina, l'asfalto è bagnato ma nel frattempo è già uscito il sole. Partono tutti con le rain e in queste condizioni vengono fuori piloti inaspettati. Vanno a razzo sia Brookes con la BMW che Fores con la Ducati team Barni. In testa Sykes sembra averne più di tutti, ma al quinto giro crolla e scala in sesta posizione. Le Honda tengono, mentre Davies è in difficoltà. La gara però cambia volto di nuovo perché le chiazze di umido iniziano a scomparire sul tracciato. Il primo a rompere gli indugi è Rea che all'ottavo giro monta le slick, seguito dal suo compagno di squadra che sceglie la strategia delle intermedie.

Piano piano rientrano tutti, gli ultimi ad abbandonare la pista sono il battistrada Brookes e il suo diretto inseguitore Davies che finalmente sta facendo volare la sua Panigale. Scelta sbagliata perché le gomme da asciutto hanno già fatto registrare tempi molto più bassi. Così al rientro dai box mentre la BMW di Brookes va per terra, la Ducati di Davies si trova staccata di più di venti secondi dalla testa della corsa. Davanti è ancora il verde a dominare, con la sfida in casa Kawasaki vinta ancora una volta dal campione del mondo in carica che dà un'altra lezione a Sykes, staccato ora di 59 punti in classifica. Terzo a 15 secondi van der Mark che stavolta rimane in piedi e bissa il risultato ottenuto l'anno scorso sulla pista di casa. Straordinario quarto posto per Lorenzo Savadori con l'Aprilia, il ventitreenne di Cesena chiude una gara fatta di grande costanza e nessuna sbavatura. La Ducati di Davies dopo tante difficoltà nella prima parte di gara chiude quinta davanti ad Hayden e ora in classifica accusa un distacco di 45 punti da Rea.

TAGS:
Superbike
Assen
Kawasaki
Honda
Ducati
Davies
Rea

Argomenti Correlati

VOTATE

Sbk, Davies perde punti da Rea: la Ducati ha sbagliato strategia?