Superbike Argentina, Rea il più veloce davanti a Melandri nelle Libere 3

Il campione del mondo chiude il venerdì col miglior tempo assoluto, Sykes a sorpresa fuori dalla top 10

di DANIELE PEZZINI

Jonathan Rea continua a volare e chiude al comando il venerdì di libere del round argentino della Superbike. Il neo iridato ha dominato anche la FP3, girando in 1'39''914 e tenendosi alle spalle la Ducati di Melandri (+ 0''228). Terzo tempo per la Kawasaki del team Puccetti di Razgatlioglu (+ 0''316), settimo per l'altra Panigale di Davies (+ 0''827). A sorpresa fuori dalla top 10 Sykes con l'altra Kawasaki ufficiale: partirà dalla Superpole 1.

È un Jonathan Rea tutt'altro che pago quello che si è presentato in Argentina per il primo weekend in assoluto sul nuovo circuito di El Villicum. Il fresco campione del mondo, dopo aver chiuso al 2° posto la FP1 e aver dominato la FP2, ha continuato a volare anche nell'ultimo turno di libere, nonostante una pista ancora piuttosto sporca che non ha permesso di stampare tempi eccezionali. Johnny è comunque stato il solo a scendere sotto il muro dell'1'40, confermando di non avere assolutamente la pancia piena: il suo obiettivo è quello di centrare la nona vittoria di fila (sarebbe il terzo nella storia insieme a Edwards e Hodgson) e migliorare ulteriormente il record di punti già suo (ne fece 556 nel 2017, può ambire a 570).

A tenergli testa ci hanno provato inizialmente Toprak Razgatlioglu, apparso in grande spolvero anche nei primi due turni, poi Marco Melandri, che alla fine è stato il "primo degli altri", mettendo la sua Panigale alle spalle dell'inarrivabile Johnny. Decisamente più in difficoltà è sembrato il compagno di team di Macio, Chaz Davies, che negli ultimi due weekend dovrà difendere il secondo posto iridato dagli assalti di Van der Mark: il gallese ha chiuso col 7° tempo, rientrando però in top 10 solo all'ultimissimo assalto, dopo un turno corso con l'affanno.

Peggio, in ogni caso, hanno fatto lo stesso Van der Mark (11° con la Yamaha ufficiale) e Sykes (addirittura 14° a + 1''270): entrambi partiranno dalla Superpole 1. In top 10 sono rientrati invece Lowes con l'altra R1, Savadori con l'Aprilia, Camier con la Honda, il padrone di casa Mercado con la Kawasaki del team Orelac, Laverty con l'altra RSV4 e Forés con la Panigale del team Barni. Ultimo tempo per il giovanissimo Gabriele Ruiu (classe 2000), al debutto assoluto in Superbike: il pilota romano ha comunque fatto segnare dei progressi, portando il distacco dalla vetta sotto i 4 secondi (+ 3''871).

TAGS:
Superbike
Argentina
El Villicum
Libere

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X