Superbike Aragon, Rea vola sul bagnato nelle Libere 1

Melandri lo insegue a mezzo secondo, poi la Honda di Camier e il debuttante Rinaldi

di DANIELE PEZZINI

Jonathan Rea chiude al comando il primo turno di prove libere ad Aragon, terzo round del mondiale Superbike 2018. Il pilota Kawasaki stampa un 2'02''298 sul bagnato, tenendosi alle spalle la Ducati di Marco Melandri (+ 0''582) e la Honda di Leon Camier (+ 0''674). Splendido quarto tempo per il debuttante Michael Rinaldi, al primo weekend in sella alla Panigale con il team junior Aruba.it Racing. Fuori dalla top 10 l'altra Ducati ufficiale di Davies.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

Ufficio Stampa

Foto 2

Ufficio Stampa

Foto 3

Ufficio Stampa

Foto 4

Ufficio Stampa

Foto 5

Ufficio Stampa

Foto 6

Ufficio Stampa

Foto 7

Ufficio Stampa

Foto 8

Ufficio Stampa

Foto 9

Ufficio Stampa

Foto 10

Ufficio Stampa

Foto 11

Ufficio Stampa

Foto 12

Ufficio Stampa

Foto 13

Ufficio Stampa

Foto 14

Ufficio Stampa

Foto 15

Ufficio Stampa

Foto 16

Ufficio Stampa

Foto 17

Ufficio Stampa

Foto 18

Ufficio Stampa

Foto 19

Ufficio Stampa

Foto 20

Ufficio Stampa

Foto 21

Ufficio Stampa

Foto 22

Ufficio Stampa

Foto 23

Ufficio Stampa

Foto 24

Ufficio Stampa

Foto 25

Ufficio Stampa

Foto 26

Ufficio Stampa

Foto 27

Ufficio Stampa

Foto 28
Foto 29
Foto 30
Foto 31
Foto 32
Foto 33
Foto 34
Foto 35
Foto 36
Foto 37
Foto 38
Foto 39
Foto 40
Foto 41
Foto 42
Foto 43
Foto 44
Foto 45
Foto 46
Foto 47
Foto 48
Foto 49
Foto 50
Foto 51
Foto 52
Foto 53
Foto 54
Foto 55
Foto 56
Foto 57
Foto 58
Foto 59
Foto 60
Foto 61
Foto 62
Foto 63
Foto 64
Foto 65
Foto 66
Foto 67
Foto 68
Foto 69
Foto 70
Foto 71
Foto 72
Foto 73
Foto 74
Foto 75
Foto 76
Foto 77
Foto 78

Il fine settimana spagnolo della Superbike riparte dunque dal duello tra Rea e Melandri, attualmente distanziati di soli 2 punti in classifica iridata. Il campione in carica, che un anno fa ottenne una vittoria e un secondo posto nella prima tappa europea, rifila oltre mezzo secondo al ravennate, un distacco importante, ma inevitabilmente influenzato dalla pioggia caduta sul tracciato. Basti pensare che tra il primo e il decimo tempo di mattinata (ottenuto da Savadori) corrono quasi 3 secondi.

Alle spalle di quelli che, al momento, sono i duellanti mondiali si piazza la CBR di un sempre più convincente Leon Camier, seguito da un'altra Ducati: non quella ufficiale di Chaz Davies, in grossa difficoltà e finito addirittura in 11esima posizione, bensì quella di Michael Rinaldi dell'Aruba.it Racing junior team. Il campione europeo della Superstock, classe 1995, bagna così con un'ottima prestazione il debutto "tra i grandi", al fianco dei quali correrà tutte le gare europee.

Tra i migliori 10, quindi attualmente qualificati per la Superpole 2 in attesa di FP2 e FP3, ci sono anche la Yamaha di Van der Mark, l'altra Kawasaki di Sykes (6° a + 1''792 dal compagno di team), la BMW dell'ex MotoGP Loris Baz, la Ducati del team Barni di Xavi Forés, l'altra R1 di Lowes e l'Aprilia di Savadori. Solo 17° crono per Davide Giugliano, che sostituirà per questo weekend l'infortunato Laverty sull'altra RSV4.

TAGS:
Superbike
Aragon
Libere

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X