Superbike: Giugliano tagliato dalla Honda

Takahashi al suo posto sulla moto che era di Hayden

di ALBERTO PORTA

Superbike: Giugliano tagliato dalla Honda

Allora, Davide Giuliano è stato un breve flirt estivo, grazie è stato bello, arrivederci. A salire sulla Honda Fireblade a Portimao (poi anche a Jerez e, perché no, Losail) ci sarà Takumi Takahashi, 27 anni, pilota ufficiale del più grande costruttore al mondo nel campionato giapponese. Esperienza europea zero, Portimao pista sconosciuta, come pure le gomme Pirelli perché a casa si usano le Bridgestone. Due le chiavi di lettura. La prima è che alla Honda della Superbike importa nulla, che la Fireblade stradale si vende ugualmente bene (è in effetti un’ottima moto) pur senza essere competitiva nel mondiale Superbike.

Che Takahashi si meritava una gita premio per le sue prestazioni in patria. La seconda è che ci sia una strategia di intervento progressivo, facendo provare in gara al buon collaudatore nippo una moto molto diversa in quanto a elettronica rispetto a quella normalmente usata, il tutto per fare verifiche e finalmente darsi da fare per riportare il marchio là dove dovrebbe stare. In ogni caso il rischio è alto, anzi è probabilmente un salto nel buio. Grande specialista di Portimao, con una voglia matta di rimettersi in gioco, Davide Giugliano avrebbe potuto dare un bel contributo, senza contare quell’effetto mediatico che tanto importa allo sponsor. Red Bull, il più grande patrocinatore sportivo al mondo, pretende molto in cambio, e la pazienza non può durare all’infinito. Benvenuto Takahashi, allora, in bocca al lupo, mentre a Davide, per il momento, non resta che starsene a casa a fare il papà.

TAGS:
Honda
Giugliano
Takahashi

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X