Sbk, Rea dopo la vittoria mondiale: "Sensazione incredibile"

Il pilota Kawasaki: "Vincere tre titoli? Nemmeno nei miei sogni..."

È un Jonathan Rea visibilmente emozionato quello che si presenta ai microfoni di SportMediaset dopo il trionfo in Gara 1 che gli è valso il terzo titolo mondiale Superbike consecutivo: "Sensazione incredibile. Quando ero piccolo sognavo di vincere un mondiale e quando ci sono riuscito ho capito che tutti i sacrifici che abbiamo fatto io e i miei genitori erano valsi la pena. Ma vincerne due e poi tre di fila è qualcosa che non avevo mai nemmeno sognato".

Johnny, naturalmente, ha avuto una dedica speciale per il suo successo: "Mi sento davvero fortunato ad essere in questa posizione e voglio ringraziare tutti: il team, la Kawasaki e chi ci lavora in Giappone, ma soprattutto mia moglie e i miei figli per i sacrifici che affrontano per farmi vivere questo sogno. Piangeva? Sì, sono sicuro che arriveranno altre lacrime nei prossimi giorni...".

Sorrisi anche per Melandri, 2° al traguardo: "Era veramente dura - ha detto il ravennate - C'era pochissimo grip soprattutto all'inizio. Sapevo che in molti sarebbero andati forte subito per poi calare alla distanza, io ho provato a star tranquillo per un po', poi ho deciso di spingere quando ho visto che potevo prendere Tom. Dopo che l'ho sorpassato pensavo avesse mollato, invece lui è tornato duro e ci siamo anche toccati. Un podio importante, avevo fatto pochissimi chilometri con la Panigale sul bagnato prima di oggi, ma i ragazzi mi hanno dato una grande moto. Dobbiamo continuare a lottare per queste posizioni".

Soddisfatto anche il terzo classificato, Tom Sykes, reduce dal brutto infortunio di Portimao: "Meno di due settimane fa non avrei mai pensato di poter venire qui e ritrovarmi in bagarre con gli altri ragazzi. Nel complesso abbiamo avuto un buon weekend finora e spero che domani sia asciutto per poter avere una gara un pochino diversa. Devo fare i complimenti a Jonathan e alla Kawasaki per quello che hanno saputo fare. Lui ha guidato benissimo quest'anno e il risultato è davvero meritato. Il duello con Marco? Bello, spero che domani le sorti si invertano...".

Delusissimo invece Chaz Davies, solo 10° dopo una gara complicata: "Non so esattamente cosa sia successo - ha detto il ducatista - Ma sembrava un problema di elettronica. Dopo tre giri ho provato a fare qualche aggiustamento ma c'era qualcosa che non andava. Poi ha cominciato a distruggersi la gomma posteriore ed era davvero impossibile guidare la moto. Sono molto triste per questo risultato".

TAGS:
Superbike
Rea
Mondiale
MagnyCours
Francia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X