L'Aprilia resta in Superbike con il Team Ioda

In sella De Angelis e Savadori: sono ore frenetiche

di ALBERTO PORTA

L'Aprilia resta in Superbike con il Team Ioda

L’operazione è molto intrigante, i tempi di realizzazione strettissimi. Si tratta di un ritorno, o di mancato ritiro se preferite. Protagonista l’Aprilia, che a quanto pare sarà ancora al via del mondiale Superbike. Il tutto avverrebbe con il “trasloco” dalla MotoGP del team Ioda di Giampiero Sacchi, uomo che peraltro ha fatto le fortune della casa veneta nel motomondiale dirigendo per anni il reparto corse. Sono ore frenetiche, con movimenti di sponsor in uscita e in entrata, con la benedizione di Carmelo Ezpeleta, boss della Dorna, che ritiene la presenza in griglia della blasonata casa italiana fondamentale per il campionato delle derivate di serie.

Per i piloti, la scelta sembra obbligata. C’è Alex De Angelis in prima fila, ovviamente, tentato più volte negli ultimi anni dal salto in Superbike. E poi c’è Lorenzo Savadori, campione Superstock 1000 nel 2015 e sotto contratto con Aprilia, ancora in cerca di un manubrio per la nuova stagione. Il team è di provata esperienza; la moto, che ricordiamo ha conquistato 7 titoli mondiali in 5 anni tra piloti e costruttori, è ancora molto competitiva, i piloti all’altezza della situazione nonostante l’inesperienza nella categoria. C’è tutto insomma per far rinascere l’entusiasmo nei tanti sostenitori dell’Aprilia che solo pochi mesi fa erano rimasti molto delusi.

TAGS:
Superbike
Aprilia
MotoGP
De angelis
Savadori