Wimbledon, ecco perché non si può giocare dopo le 23

Regole rigide all'All England Club anche per la ripresa delle partite dopo una sospensione

Wimbledon, ecco perché non si può giocare dopo le 23

Wimbledon è Wimbledon. E non si fanno eccezioni per nessuno. Dopo la maratona tra Anderson e Isner, venerdì sera la semifinale Nadal-Djokovic è stata interrotta alle 23 come da regolamento. Per un decreto della municipalità di Wimbledon, infatti, a partire dalle 23 si spengono le luci e si chiudono i battenti per non imporre chiasso e disagi agli abitanti della zona. Una norma che ha costretto Rafa e Nole a tornare in campo sabato. Anche qui, con regole ben precise. 

Secondo quanto previsto dalle usanze del torneo più antico e blasonato del mondo, le partite interrotte devono riprendere infatti nelle stesse condizioni di quando sono state sospese (quindi nel caso di Nadal e Djokovic con il tetto del Centrale chiuso e le luci accese). La regola può essere cambiata solo se entrami i giocatori lo chiedono.

TAGS:
Wimbledon 2018
Regole

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X